Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Doppio Spurio e magia di Miceli, la Lazio supera 3-1 l'Ischia Isolaverde

Al Gentili Caracciolo porta avanti gli ospiti, ma la reazione dei biancocelesti è immediata



11a Giornata - 23 nov 2014
3 - 1

MARCATORI Caracciolo 34’pt (I), Spurio 37’pt e 42’st (L), Miceli 1’st (L)

LAZIO Rausa 5.5, Spiezio 7, De Angelis 6, Kokali 6.5, Costalunga 6.5 (30’st De Cosmi sv), Certini 6.5, Romani 6.5, Colarieti 6 (23’st Castellani 6), Mancini 6, Miceli 6.5 (26’st Svidercoschi 6), Spurio 7 PANCHINA Zaccheria, Sarrocco, Guidotti, De Francesco, Natali ALLENATORE Avincola

ISCHIA ISOLAVERDE Vitiello 6, Perna 6 (1’st Di Bello 6.5), Di Massa 6.5, Troiano 5.5, Todisco 6.5, Palumbo 6.5, Catavere 5.5, Miranda 5.5 (22’st Raiola 6), Borrelli 6, Laringe 6.5, Caracciolo 6.5 (30’st Reder sv) PANCHINA Di Massa, Matrisciano, Vanacore, Petrone, Esempio ALLENATORE Pavallino

ARBITRO Marchetti di Ostia

ASSISTENTI D’Ascoli di Roma 1 e Rapiti di Viterbo

NOTE Ammoniti Certini Angoli 7-6 Recupero 0’pt e 3’st


L'entrata in campo al Gentili foto©GazzettaRegionaleAvvio di gara molto contratto al Gentili, poche le emozioni da una parte e dall'altra nei primi venti minuti di gioco, fase in cui le due squadre si studiano alla ricerca dei punti deboli avversari. Poche conclusioni e quasi mai pericolose fino al 19'pt, quando una disattenzione di Costalunga favorisce Catavere, l'esterno crossa al centro per Borrelli ma è determinante il doppio intervento di Spiezio, che salva la sua squadra. L'Ischia prende coraggio e cinque minuti dopo ci prova Palumbo dalla distanza, Rausa blocca senza problemi. Al 28'pt ancora ospiti in zona d'attacco: è Borrelli a provarci di sinistro da posizione defilata, la sfera coglie la parte esterna della rete. La Lazio si fa vedere dalle parti di Vitiello con un contropiede veloce: Romani dalla sinistra converge verso il centrocampo, apertura per Spurio che appoggia all'indietro per Colarieti, tiro di prima intenzione che il portiere ospite respinge. Al 34' Ischia in vantaggio con una ripartenza fulminea: palla sulla sinistra per Laringe, lancio in profondità verso Caracciolo, Rausa esce dall'area ma manca l'aggancio con il pallone e per l'attaccante è un gioco da ragazzi sbloccare la partita. La reazione della Lazio è però immediata, tre minuti e arriva il pareggio: lancio di Costalunga sulla destra per Romani, traversone al centro per Spurio che anticipa tutti firmando l'1-1.


L'esultanza della Lazio dopo il gol di MiceliLa Lazio prende coraggio e, uscita dagli spogliatoi, trova subito la rete del vantaggio: punizione dal limite dell’area decentrata sulla sinistra, Miceli prende la rincorsa e disegna una magnifica traiettoria su cui l’estremo difensore ospite si fa trovare impreparato. L’Ischia però non è una squadra che molla facilmente e nei minuti a seguire si riversa all’attacco alla ricerca del pareggio. Al 4’st occasione per gli ospiti: punizione sull’out di destra, cross al centro per la testa di Borrelli, determinante l’intervento di Spiezio sulla linea della porta. Una manciata di minuti e l’attaccante campano ci riprova, stavolta la sua incornata termina alta di poco. La formazione di Pavallino preme sull’acceleratore, ma la difesa biancoceleste fa buona guardia senza correre grossi rischi, anzi le occasioni più nitide sono proprio in favore della Lazio, sebbene il gol della sicurezza tardi ad arrivare. Al quarto d’ora doppia occasione sui piedi di Miceli, ma il capitano della Lazio da buona posizione prima si lascia ipnotizzare da Vitiello, poi spara alle stelle. L’Ischia continua a premere e dieci minuti dalla fine sfiora il pareggio con un tiro deviato del vivacissimo Laringe, la palla scheggia la traversa e termina sul fondo. In pieno recupero il sigillo ingegnoso della Lazio: punizione dal limite, mentre i giocatori avversari (portiere compreso) protestano con l’arbitro, Spurio riceve palla e segna con la porta spalancata. Finisce 3-1, la Lazio dopo il sorprendente passo falso interno con il Foggia torna ad assaporare la vittoria.