Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

Due gol per tempo: il Futbol c'è, Certosa ko!

Gli orange si prendono i tre punti con un secco 4-0: Meledandri e Cunzo nel primo tempo, Craxi e Mauri nel finale. Baronio e i suoi restano in scia alla capolista Perconti



8a Giornata - 09 nov 2014
4 - 0

MARCATORI Meledandri 7'pt, Cunzo 12'pt, Craxi 35'st, Mauri 44'st
FUTBOLCLUB Nota 6, Ferrari 6.5, Premici 6.5, Sconciaforni 5, Siciliano 6 (8'st Meli 6), Signorino 7 (34'st Craxi 6.5), Impallomeni 6.5 (36'st Mauri sv), Meledandri 7, Chiti 6.5 (10'st Boido 6.5), Rossi 6, Cunzo 7 (15'st Liburdi 6) PANCHINA Capasso, Bazza, Fratini ALLENATORE Baronio
CERTOSA Lucci 5.5, Galletta 5.5 (31'st Pagnozzi sv), Tiravia 5.5, Cassatella 6.5, Loi 6 37'st Hossain sv), Omari 6, Crespina 6 (18'st Ascione 6), Aulisi 5.5 (10'st Scipioni 6), Costantino 5, Salis 5, Paniconi 6 (10'st Caponera 6) PANCHINA Fallani, Cicerone ALLENATORE Laureti
ARBITRO Caruso di Roma 1, 5.5
NOTE Espulsi Sconciaforni (F) al 36'pt per fallo di reazione, Salis (C) al 29'st per fallo di reazione Ammoniti Costantino (C), Galletta (C) Angoli 1-5 Fuorigioco 0-2 Rec. 1'pt, 4'st

L'autore del gol vittoria Meledandri in azione ©GazzettaRegionaleIl Futbolclub va, rifila quattro reti al Certosa e resta in scia della Perconti capolista. Quarto successo consecutivo per i ragazzi di Baronio, quattro vittorie condite da 12 gol fatti e uno solo subito, ma soprattutto da un gioco eccezionale, nonostante gli orange non forniscano oggi la migliore delle prestazioni (ma se vinci 4-0 in una giornata non perfetta contro una buona squadra come quella di Laureti...). Eppure la partenza degli ospiti era stata incoraggiante: al 4' Paniconi guadagna lo spazio per liberare il destro dal limite, la sfera sorvola di poco l'incrocio dei pali. Il Futbol però al primo tentativo si porta subito in vantaggio, splendida palla filtrante di Signorino per Meledandri che a tu per tu con il portiere non sbaglia. Padroni di casa che una manciata di minuti più tardi trovano anche il raddoppio: ancora Signorino a vestire i panni di rifinitore, palla per Cunzo che va con il destro a giro sul primo palo e trafigge Lucci. I ragazzi di Baronio sono padroni del campo, al 20' è Chiti a provarci dal limite, Lucci ci mette le punta delle dita e si salva in corner. Replica dei viola, Costantino guadagna il fondo sulla sinistra e crossa al centro, Paniconi trova la zampata, Nota gli chiude lo specchio in uscita bassa. Prima del riposo i locali restano in dieci per il rosso rimediato da Sconciaforni, reo di aver reagito a un'entrata di Salis, rifilandogli un calcio.

Nella ripresa gli ospiti provano subito a sfruttare la superiorità numerica e dopo pochi istanti vanno alla conclusione con Paniconi, Nota è attento e blocca a terra. Certosa che potrebbe rimanere in dieci poco prima del quarto d'ora quando, dopo un battibecco a centrocampo, Costantino sputa addosso a Ferrari, Caruso di Roma 1, girato di spalle, non vede quanto accaduto. Episodio che macchia la prestazione dell'attaccante di Laureti. I viola prendono campo e ci provano con Scipioni e Tiravia, ma non centrano il bersaglio grosso. Ancora gli ospiti al 17' su punizione: Costantino tocca corto per la botta di Salis, potente ma centrale, Nota non si lascia sorprendere. Il Futbol si scuote e al 23' crea una ghiottissima occasione per il 3-0: Meledandri rifinisce per Impallomeni che se ne va sul filo del fuorigioco, destro incrociato che esce di un soffio a lato del palo più lontano. I piani di Laureti e i suoi si complicano però alla mezz'ora quando Salis da terra reagisce e rimedia il rosso diretto. In dieci contro dieci i padroni di casa alzano il baricentro, il Certosa non riesce a sfondare. Al 34' Costantino prova a sorprendere Nota con il destro incrociato dalla lunga distanza, la sfera termina a lato. Così gli orange chiudono definitivamente i conti pochi istanti più tardi: Impallomeni inventa sulla sinistra, entra in area e scarica per Craxi che davanti alla porta deve solo appoggiare in rete. Poco prima del triplice fischio c'è ancora spazio per il Futbol, prima con Meledandri che scambia con Ferrarri e va al tiro da fuori, palla fuori di un soffio. Poi con Mauri, che fissa il definitivo 4-0 con il destro dal limite su cui Lucci non può nulla.