Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

È la Lodigiani la squadra da battere? Si arrende anche la Romulea: 4-0

La squadra biancorossa non fa sconti neanche contro la formazione giallorossa e avverte la sorpresa San Lorenzo, prossima avversaria nei quarti di finale



ROMULEA - LODIGIANI 0-4
MARCATORI
20'pt De Carlo, 2'st Buto, 9'st Pompa, 35'st Caiafa
ROMULEA Briganti, Lanciani, Checcacci, Bancone, Pinca, Pacioni, Petrarchi, Collari, Timpanelli (1'st Inglese), Falanga (8'st Lacchè), Cecere (8'st Belardo) PANCHINA Pocci, De Chiara, Ferretti ALLENATORE Superchi
LODIGIANI Mattia (1'st Arsene), Colaneri (1'st Walser), Palazzi (1'st Casini), Ciccotti, Talucci, Ambrogioni (1'st Obleak), De Carlo (19'st Belardinelli), Di Mascio (1'st Caiafa), Pompa (19'st Lico), Buto, Bianchi ALLENATORE Rivetta
NOTE Rec. 2'st


Romulea e Lodigiani in area di rigoreLa Lodigiani non sbaglia un colpo e non fa sconti: terza vittoria su tre partite giocate, dodici gol fatti e due subiti. Numeri questi che l'attestano come seria candidata per la vittoria finale insieme a Savio, Urbetevere e Nuova Tor Tre Teste. Contro la Romulea finisce 4-0 con le reti di De Carlo, Buto, Pompa e Caiafa e avverte il San Lorenzo.
La cronaca. La Lodigiani prende subito in mano il pallino del gioco e dopo alcune avanzate pericosola piazza il primo gol al 20' con la grande collaborazione però dell'estremo difensore giallorosso Briganti: De Carlo prova il destro dalla distanza, il tiro è centrale ma il portiere si fa sorprendere deviando solamente la palla che termina in rete. Altro tentativo per i biancorossi al 27' con un bella conclusione dai venti metri di Ciccotti ma il risultato non cambia fino al dulice fischio del direttore di gara. Nel secondo tempo, pronti-via, ed ecco il raddoppio della Lodigiani con l'acuto da applausi del solito Buto che dribbla due avversari, si sposta il pallone sul sinistro e lascia partire un sinistro imprendibile: 2-0. Sei minuti dopo i biancorossi chiudono i conti dopo un'altra azione personale, stavolta di bomber Pompa che entra in area ed incrocia trafiggendo Briganti con un bel rasoterra. I ragazzi di Rivetta addormentano la partita e calano il poker proprio allo scadere con il rigore siglato da Caiafa.