Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

E' sempre Roma-Lazio ma occhio al Frosinone

Ruggeri e D'Andrea non fanno prigionieri ma i gialloblu non mollano di un centimetro. Grande giornata per Bamba, Kammou e un ritrovato De Carolis



Sarà un derby lungo un anno. Questa seconda giornata dei Giovanissimi Nazionali non ha fatto altro che evidenziare lo strapotere di Roma e Lazio. Dietro di loro però attenzione al Frosinone che vince al fotofinish grazie a un ritrovato De Carolis. Fine settimana da dimenticare invece per il Latina, uscito frastornato da Trigoria.

Il Frosinone non perdona ©GazzettaRegionaleChi sale. La stagione di D'Andrea non poteva cominciare in maniera migliore. Il 4-1 con il Latina non ha fatto altro che ribadire l'enorme potenziale dei 2001 giallorossi. Un successo frutto di una programmazione che su questo gruppo va avanti ormai da diversi anni. Non a caso a fare la differenza sono stati Bamba, Cangiano e Riccardi, tutti giocatori su cui D'Andrea ha lavorato e che ha saputo inserire in un ingranaggio ormai praticamente perfetto. Se proprio vogliamo fare un appunto ai giallorossi, da rivedere l'atteggiamento avuto nel finale di match quando la squadra ha mollato in maniera sin troppo evidente. A tenere testa ai campioni regionali dello scorso anno ci ha pensato la Lazio. L'undici di Ruggeri ha fatto un sol boccone del L'Aquila, distinguendosi ancora una volta per solidità e qualità di gioco. Quello tra le due capitoline sarà un testa a testa che con ogni probabilità durerà sino all'ultima giornata. Outsider interessante in questo derby a distanza è però il Frosinone. L'undici di Carinci ha infatti centrato il secondo successo e, pur magari soffrendo più del previsto contro la Virtus Lanciano, l'ha ottenuto stringendo i denti sino all'ultimo e decisivo minuto. Se i gialloblu dovessero trovare la giusta continuità potrebbero davvero essere la mina vagante del girone.

Chi scende. A non convincere stavolta è stato il Latina. I nerazzurri sono stati letteralmente travolti dalla Roma in una gara che non è mai stata in bilico. Da rivedere nell'undici di Prete soprattutto la tenuta difensiva. Due esterni come Riggi e Lulli hanno infatti faticato non poco a tenere le ali giallorosse. L'allenatore ha cercato di correre ai ripari a gara in corsa, schierandosi a tre o a quattro in difesa, ma il risultato non è comunque cambiato poi di molto. Contro la Lupa Roma giusto aspettarsi qualcosa in più.

Bamba Mory, esordio da applausi foto©LoriProtagonisti. Menzione particolare in questo fine settimana la meritano sicuramente gli attaccanti del Frosinone. Altobello questo weekend ha centrato il suo secondo gol confermandosi come il principale terminale offensivo dei gialloblu. Assieme a lui però non poteva mancare De Carolis. La punta torna a brillare dopo una stagione sfortunata come quella vissuta l'anno scorso. Se Carinci riuscisse a recuperarlo completamente sarebbe un importante valore aggiunto. Eroe di giornata in casa Roma è invece Bamba Mory. L'ex Perconti è stato devastante contro il Latina chiudendo con una doppietta. Bottino che poteva essere decisamente più consistente, se l'esterno di D'Andrea riuscisse a migliorare anche sotto l'aspetto della freddezza sotto porta allora sì che si potrebbe parlare davvero di un giocatore destinato a un brillante futuro. A chiudere poi il quadro dei protagonisti di giornata non poteva mancare Jacopo Kammou. Il 2002 ex Savio sta bruciando le tappe nei professionisti centrando il terzo gol in solo due partite giocate come esterno.