Notizie
Categorie: Dilettanti

E' subito Atletico Lariano: vittoria nel derby col Real

Luddeni piega la compagine di Velletri con un colpo di testa sul finire del primo tempo e regala 3 punti ai larianesi



MARCATORI Luddeni 27'pt

ATLETICO LARIANO Zampini, Cedroni (34'st Prati), Pantoni, De Angelis, Michelangeli, Pomponi, Sebbastiani (46'st Del Monte), Luddeni, Proietti, Ronchetti Mattia, Francucci (30'st Romaggioli) PANCHINA Mariani, Ronchetti Leonardo, Di Cori, Di Tullio ALLENATORE Cavola

REAL VELLETRI Borro, Mollica, Monti, Di Lazzaro, Mariani, Guidi, Picilli, Cerci Francesco (1'st Crea), Stoppa (29'st Brodosi), Cellucci (21' D'Agapiti), Cianfarani PANCHINA Colandrea, Cerci Simone; D'Alessio, Lazzari ALLENATORE Sambucci

L'esultanza dei gialloverdi

Inizia con un successo nel derby contro il Real Velletri la stagione dell'Atletico Lariano. La formazione di Cavola si impone per 1-0 grazie al gol di Luddeni siglato nel finale del primo tempo. Partita equilibrata in avvio, con una maggiore predominanza dei padroni di casa, anche se la prima occasione da gol è dei veliterni con un calcio di punizione che si perde però alto. Risposta dell'Atletico al 32': gran recupero di Pomponi che serve Sebastiani, il quale dopo un dribbling cambia gioco per Francucci che di tacco passa sulla fascia a Cedroni, il cui cross trova Proietti solo in area che manda alto. Poco dopo ci prova anche Francucci che affretta troppo il tiro e spedisce fuori. Poteva andare a tu per tu col portiere. Il gol è rimandato di soli cinque minuti: punizione di De Angelis per la testa di Luddeni che salta più in alto di tutti e batte Borro. Nella ripresa l'Atletico Lariano parte forte e al 5' De Angelis serve Sebastiani che va all'uno contro uno in area sul fondo, cross molto pericoloso con Borro che anticipa Proietti di un soffio. Il Real Velletri poi riprende pian piano fiducia e ci vuole tutta la bravura di Zampini in un paio di occasioni per salvare il risultato. Finisce al 95' una partita molto sentita. Ottimo inizio per un Atletico che ha cambiato molto con i nuovi arrivati, ma ha cambiato sapendo di poter contare su solide fondamenta e sul ritorno di un allenatore che conosce questi giocatori alla perfezione.