Notizie
Categorie: Altri sport

Eccellenza - Lazio, tracollo a Mogliano: aquile sconfitte 40-5

I veneti stendono con un passivo pesantissimo i biancocelesti e li sorpassano in classifica raggiungendo quota 10 punti



MOGLIANO RUGBY  - IMA LAZIO RUGBY 1927 40 - 5 

MARCATORI pt.: 16' m.tecnica tr. barraud (7-0), 20' m. Odiete tr. Barraud (14-0), 35' m. Buondonno tr. Barraud (21-0), 40' m.Zanon tr. Barraud (28-0)st.: 47' m. Filippucci (33-0), 53' m.Barraud tr. barraud (40-0), 67'm. Kotzè (40-5) 

MOGLIANO RUGBY 15 Odiete, 14 Buondonno, 13 Pavan Riccardo (50' st Sperandio), 12 Zanon, 11 Bruno, 10 Barraud (68' st Endrizzi), 9 Semenzato (43'st masato), 8 Halvorsen, 7 Filippucci (Cap.), 6 Riccioli (55' st Van Vuren) , 5 Cicchinelli, 4 Maso (68' Saccardo), 3 Koroi (43' st Rapone), 2 Buonfiglio(68' st rouyet), 1 Zani (41' st. Ferraro)a disp.: 16 Ferraro, 17 Fernandez Rouyet, 18 Rapone, 19 Van Vuren, 20 Saccardo, 21 Endrizzi, 22 Masato, 23 Sperandio ALLENATORE Galon, Properzi

IMA LAZIO RUGBY 1927 20 Martinelli (55' st Calandro), 14 Rigo, 13 Panetti, 12 Musso (50' st. Giacometti ), 11 Becerra, 10Kotzé , 9 Giangrande, 8 Ymaz (62' st Filippucci), 7 Nitoglia, 6 Brancoli (62' st Lupetti), 5 Pierini, 4 Damiani, 3 Rochford (62'st Di Roberto), 2 Cugini (55'st Magnanti), 1 Amendola (62'st Bolzoni).a disp.: 16 Di Roberto, 17 Lupetti, 18 Romagnoli, 19 Calandro, 15 Magnanti, 21 Filippucci , 22 Giacometti, 23 Bolzoni ALLENATORE Pratichetti


Lazio (foto ©Guarise)Finisce 40 a 5 in favore dei padroni di casa la partita tra il Mogliano e la Lazio Rugby nella quarta giornata del campionato nazionale d'Eccellenza. Per i biancocelesti troppo forti i veneti, che hanno guidato la partita per tutto l'arco dell'incontro senza che il risultato finale fosse mai messo  in discussione.  Il XV di casa grazie a questa vittoria sorpassa in classifica proprio i biancocelesti volando a dieci punti. La Lazio nonostante la sconfitta resta aggrappata al settimo posto in classifica  un punto sopra alle Fiamme Oro e con dodici lunghezze di vantaggio sull'Aquila. Score finale che suona davvero pesante per i biancocelesti, che hanno provato ad impostare il proprio gioco soprattutto nella prima parte del match. Nei primi minuti infatti un'ottima Lazio,ben concentrata,autore di numerose folate nella metà campo avversaria, bloccate da numerosi falli del Mogliano. Al 10' minuto il sudafricano Jaun Kotzè non riesce a centrare i pali su una punizione che avrebbe permesso alla Lazio di passare in vantaggio. Dopo quest'episodio la Lazio cala d'intensità ed è solo Mogliano: al 16' meta tecnica concessa dall'arbitro Bertelli dopo falli in mischia ripetuti. Successivamente al 20' è l'estremo di casa Odiete a schiacciare in meta dopo un'azione corale di tutti i tre quarti veneti. Le ultime due mete che valgono il bonus per  Mogliano portano ancora la firma della linea dei trequarti: al 35'  l'ala Andrea Buondonno marca la terza meta dell'incontro con una bella azione personale dopo aver sfruttato una disattenzione difensiva laziale. A un minuto dalla fine della prima frazione di gioco ancora Mogliano brava e cinica: il primo centro Marco Zanon buca la difesa  e deposita l'ovale sotto i pali di una Lazio in costante inferiorità numerica (gialli per Pierini e Becerra). Il secondo tempo inizia ancora con uno squillo veneto, è la marcatura del capitano Marco Filippucci che concretizza una maul molto ben eseguita. L'ultima meta del Rugby Mogliano viene siglata al 53' dall'apertura francese Aristide Barraud su assist del man of the match Andrea Buondonno. Il XV guidato da Pratichetti e Coppeto trova la meta che toglie lo zero nel punteggio con il numero dieci Jaun Kotzè bravo a concretizzare dopo numerose fasi di gioco della squadra biancoceleste nei ventidue avversari."Sapevamo di andare ad affrontare una partita molto complicata - ha dichiarato il team manager Vincenzo Ventricelli - abbiamo pagato caro le disattenzioni avute soprattutto nella prima parte di gara. Durante le situazioni di inferiorità numerica il divario tra le due rose è stato evidente. Nonostante la sconfitta e i cali di concentrazione l'impegno dei ragazzi in campo non ha avuto flessioni. C'è ancora molto da lavorare, ma siamo fiduciosi per il futuro e per il prosieguo della nostra stagione".