Notizie
Categorie: Altri sport

Eccellenza - Una buona Lazio cede ai campioni d'Italia

All'Acquacetosa i biancocelesti mettono in difficoltà il Calvisano, restando attaccati nel punteggio per tutto il match



Finisce 11-14 in favore di Calvisano il match valido per la quinta giornata del campionato nazionale d'Eccellenza. Gran prova dei biancocelesti, che davanti al proprio pubblico hanno messo in difficoltà i campioni d'italia in carica, restando attaccati nel punteggio per tutto l'arco del match. Lazio che guadagna un meritato punto di bonus difensivo contro i gialloneri che permette al XV di Pratichetti e Coppeto di salire a 9 punti in classifica generale.

Una fase del matchLa cronaca del match Parte subito fortissimo il Calvisano: al 2' minuto è bravo l'estremo Matteo Minozzi a schiacciare in meta dopo un'azione personale sull'out di sinistra favorita da un paio di mancati placcaggi biancocelesti; Filippo Buscema trasforma e si va subito sullo 0-7 per i lombardi. La Lazio reagisce e al 7' accorcia le distanze con un calcio piazzato realizzato dal sudafricano Jaun Kotzè. Prima frazione di gioco molto equilibrata, nessuna delle due squadre riesce ad imporre una marcata superiorità e a portarsi avanti nel punteggio. Al 37' è però il Calvisano a rompere gli equilibri:il numero 8 Renato Giammarioli schiaccia in meta dopo una maul avanzante portata avanti dalla compagine giallonera. Trasforma ancora Buscema, siglando l'allungo con cui si conclude il primo tempo (3-14) Nel secondo tempo è la Lazio a muovere il tabellino al 51': il man of the match Juan Ymaz schiaccia in meta concretizzando un'azione travolgente della mischia biancoceleste. Calvisano che soffre e Lazio che continua a crederci ed ad attaccare nella metà campo avversaria accorciando ancora le distanze con un piazzato al 69' di Luca Calandro. Nell'ultima parte di gara i biancocelesti tentano veementemente di trovare la segnatura che avrebbe permesso il sorpasso senza però riuscirci. Per la Lazio resta l'amaro in bocca per una sconfitta forse immeritata per quello che si è visto in campo, ma grande è la soddisfazione per l'ulteriore crescita di gioco e di attitudine che permette ai giovani capitolini di guardare al futuro con grandi speranze."E' stata una partita che abbiamo affrontato con grande attitudine e determinazione" ha dichiarato il direttore sportivo Fabio Gianni "siamo soddisfatti per la prova di tutti i ragazzi, meno per il risultato. E' stata un'ulteriore prova di crescita che ci fa ben sperare per il prosieguo del nostro campionato".Prossimo appuntamento per i biancocelesti il 27 novembre a San Donà  dopo la sosta.