Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Ecco cosa dicono i tornei: scopriamo le 'big', parte II

Dal Memorial Bini e dalla Lorex Cup sono arrivate indicazioni precise: analizziamo Vigor Perconti e Romulea



L’inizio del campionato dei Giovanissimi Elite è alle porte. Ormai c’è solo da sistemare gli ultimi dettagli, il grosso della preparazione è stato fatto. Domenica si aprono i giochi, e dopo le prime giornate potremo avere un’idea di quali, tra le compagini classe 2001, saranno le pretendenti al Titolo Regionale. Abbiamo avuto un’assaggio di campionato nei due tornei della pre season riservati alla categoria, l’VIII Memorial Alessandro Bini e la Lorex Cup: analizziamo nel dettaglio la situazione delle ‘big’ tra i Giovanissimi Elite, partendo da quelle del Girone B.

Miccio, Vigor PercontiVIGOR PERCONTI La compagine blaugrana ha disputato un buon pre campionato: nei due tornei riservati alla categoria dei classe 2001 sono arrivati due piazzamenti in semifinale, un risultato che testimonia la qualità e la solidità dell’impianto di squadra di via di Grotte di Gregna. Di tutte le ‘big’, la Perconti è stata quella che in estate ha perso più elementi: c’era dunque molta aspettativa sul gruppo che la dirigenza avrebbe costruito per la categoria dei Giovanissimi Elite. In estate sono stati fatti molti provini, molte selezioni, ed alla fine, come sempre del resto, la Vigor ha allestito un collettivo di tutto livello, che sicuramente giocherà un ruolo da protagonista durante la stagione. Tuttavia l’ambiente blaugrana, proprio a ridosso dell’inizio del campionato, è stato scosso dall’avvicendamento in panchina, che ha visto Luigi Miccio succedere a Mauro D’Andrea. Il neo tecnico ha avuto dunque poco tempo per preparare a suo modo l’esordio, anche se ha potuto contare sul buon lavoro fatto dal dimissionario D’Andrea: ora c’è interesse nel vedere come il nuovo, estremamente competente, allenatore farà giocare la sua creatura. Venendo al campo, ottimo l’acquisto di Lauri dall’Aprilia per la difesa, a centrocampo Rossi e Shoti garantiscono qualità e quantità, mentre sulle fasce Bruno e Piermarini riescono ad essere molto incisivi; la punta di diamante della squadra è capitan Di Bari, un toro in attacco. A Miccio il compito di far girare al massimo questa Vigor Perconti.

Torcolini, RomuleaROMULEA Se in estate la Perconti era la squadra che aveva perso più elementi, al contrario il club di via Farsalo è stato quello che si è rivoluzionato di più in positivo, ovvero  con l’ingaggio di tantissimi nuovi giocatori. E le due cose sono collegate. Si perché molti elementi che sono giunti al Campo Roma provenivano proprio dalla Vigor: un segnale chiaro dato a tutti dalla Romulea, un segnale che sta a significare che la società amaranto-oro vuole ritornare ai fasti di un tempo. In tutte le categorie la società di San Giovanni ha operato un gran mercato, e non solo in campo, bensì anche per quanto riguarda le panchine. Su quella dei classe 2001 è arrivato un tecnico di grande esperienza e competenza come Paolo Torcolini, ex Lazio: sarà lui ad avere l’onore ed onere di far quadrare tutti gli aspetti e far viaggiare questa rinata Romuela alla massima velocità. E si può dire che da quanto visto nel Memorial Bini, il nuovo allenatore sta già lavorando bene. C’era grande curiosità intorno alla Romulea, e la squadra ha reagito bene superando il girone come prima classificata, addirittura davanti alla Tor Tre Teste. Quindi per tutta questa serie di componenti la formazione di Torcolini si candida ad avere un ruolo di primo piano in campionato. Uno dei punti di forza della squadra è l’asse di destra formato dal terzino Cerbara e l’esterno Torsellini, entrambi ex Perconti; in difesa Scarfagna è un ottimo elemento mentre in attacco il trio Gretarsson-Lanzone-Carpentieri, con i primi due di nuovo ex Perconti, è di tutto rispetto. Non ci resta quindi che guardare questa nuova creatura, per capire se la Romulea è di nuovo tornata grande.