Notizie

Ecco le misure varate nella Capitale per il Derby Roma-Lazio

Potenziate le linee 2-32-69-628-910, cui si aggiungeranno divieti di sosta e di transito nelle aree prospicienti lo stadio Olimpico; il Prefetto Gabrielli a RadioRadio "Non sono serenissimo"



Image title

Gli animi vanno sempre più surriscaldandosi nella Capitale, causa il Derby Roma-Lazio che domenica prossima rischia di mettere seriamente in pericolo il traffico e la viabilità della Città eterna. Ad ogni modo, onde prevenire disagi e fronteggiare al meglio l'evento sportivo, è stato varato un apposito piano per quanto concerne il trasporto pubblico e la viabilità.


Misure straordinarie e Trasporti. Accanto al frazionamento delle curve in due settori e riduzione di capienza, metodo di nuova applicazione da parte della Questura per una maggiore sicurezza nello stadio, si avranno misure straordinare anche per quanto concerne i mezzi di trasporto che serviranno l'area prospiciente il Foro Italico, già servito dalle linee 23-31-70-200-201-226-280-301-446-911, cui vanno aggiunte le linee 2-32-69-628-910 che saranno potenziate a partire dalle ore 13, con incremento delle corse. Dalle ore 10 invece scatteranno i divieti di sosta su viale della Macchia della Farnesina-viale Giuseppe Volpi-piazzale della Farnesina-piazza Lauro De Bosis-lungotevere Maresciallo Diaz-piazzale Maresciallo Diaz-via dei Robilant-largo Maresciallo Diaz-piazzale dello Stadio Olimpico-viale dello Stadio Olimpico-via Edmondo De Amicis-via del Campeggio-largo Ferraris IV-viale Tommaso Tittoni-viale Paolo Boselli-via Mario Toscano ed area di parcheggio-via Salvatore Contarini ed area di parcheggio-viale Antonino di San Giuliano-via dei Monti della Farnesina fino a largo Ferraris IV-lungotevere Maresciallo Cadorna-via Roberto Morra di Lavriano e parcheggio-viale dei Gladiatori-viale delle Olimpiadi-Ponte Duca D’Aosta-piazzale Maresciallo Giardino-via Capoprati. Inoltre, a partire dalle ore 10 saranno disattivati i capolinea bus che insistono su largo Maresciallo Diaz-fermata lungotevere Maresciallo Diaz e lungotevere Cadorna, mentre alle 13 si avrà il divieto di transito eccetto su via dei Monti della Farnesina-via dei Robilant-piazzale/viale dello stadio Olimpico-viale Antonino da San Giuliano. Traffico regolare per taxi-veicoli dei residenti-veicoli di soccorso pubblico e pronto intervento; a fine partita infine verrà applicato il senso unico di marcia su via di Tor di Quinto, tratta largo Maresciallo Diaz-via del Foro Italico direzione raccordo anulare.


Le dichiarazioni di Gabrielli a RadioRadio. A questo vanno aggiunte le dichiarazioni che stamane il Prefetto di Roma Franco Gabrielli ha rilasciato a RadioRadio, in cui ha manifestato tutta la sua preoccupazione per le possibili ripercussioni che l'evento sportivo avranno sulla Capitale. Gabrielli infatti ha affermato di non essere serenissimo, in quanto "anche lo scorso derby che è stato fatto senza barriere e non c'era nessuna questione in ballo, abbiamo impiegato 1700 uomini e ci sono stati 2 accoltellati, incidenti a ponte Milvio, cariche - e dunque rimane fondamentale - creare delle condizioni per ripristinare delle regole all'interno di un impianto sportivo - in modo da - riportare il tifo del calcio allo stadio. Sembra quasi che ci siano delle persone che siano portatrici esclusive del tifo". Su questo punto, il Prefetto ha anche dichiarato di aver "ricevuto delle lettere da tifosi che mi dicevano che nella curva da 8.700 posti c'erano punti dove non si riusciva a vedere la partita. Poi se le Curve diventano luoghi da 11-12mila persone credo che non possa andare. I comportamenti sono mutuati rispetto alle situazioni". Infine, in merito alle barriere, Gabrielli ha chiosato ""Non le abbiamo fatte di cemento armato. Se nelle curve ritorna un comportamento corretto, che non significa stare zitti, possiamo anche trovare una soluzione". Infine, a proposito di tifo violento negli stadi, il Prefetto ha detto che esso "non solo allontanerà le persone per bene dallo stadio, non solo caricherà sui cittadini un onere ormai non più sopportabile - ma - porterà la radicalizzazione dei confronti. Io sono un inguaribile ottimista spero prevalga il buon senso, ma noi ci stiamo attrezzando e gestiremo come al solito e al meglio delle nostre capacità. Poi tireremo le somme. Se questi signori pensano che l'unica logica sia solo quella dello scontro credo siano destinati a farsi del male e a far male agli altri ma anche a far sì che questo stato di cose permarrà senza fine".