Notizie

Ecco le novità della viabilità romana: all’orizzonte, l’ombra di un nuovo sciopero

A partire dal 28 settembre entra nel vivo il piano di revisione della rete dei bus della Città eterna: in arrivo una serie di importanti modifiche e anche un’agitazione sindacale per la giornata del 2 ottobre



Image title


Lunedi 28 settembre segnerà una tappa importante nel cammino di revisione della rete di bus del territorio di Roma Capitale. A partire da quella data infatti, il piano preposto darà avvio ad una serie di modifiche che riguarderanno in particolare quattro linee lungo la Casilina e tre presso Ipogeo degli Ottavi


Le modifiche più importanti. I cambiamenti andranno ad interessare in particolare le linee 105, 106, 107, 546, 992 e 993, mentre tornerà la 057 e saranno potenziati i collegamenti 105 e 106. La linea 107 lascerà Tor Bella Monaca ed andrà a collegare meglio le zone limitrofe alla via Casilina con le stazioni della metro C, tra Grotte Celoni e Monte Compatri per la precisione: il percorso soppresso della linea verrà coperto con la reintroduzione della linea 057. Per la linea 057 saranno previste inoltre delle corse scolastiche: i bus della 546 invece non effettueranno piu' la deviazione su via Gallicano del Lazio; sulla infatti passerà la circolare 992, il cui capolinea permarrà come sempre nei pressi della stazione della ferrovia Roma-Cesano-Viterbo, diventando anche diventa la linea di riferimento per chi abita nelle zone di Ottavia e Lucchina e necessita di un bus che gli permetta di prendere più agevolmente i treni della linea FL3. Sul nuovo percorso, la linea 992 prevederà fermate su via Vivi Gioi, viale Esperia Sperani e via Ascrea, a Casale Sansoni e dunque non percorrera' piu' via Casal del Marmo, via della Palmarola, via Luzzana, via Brumano che verranno servite dalle linee 993 - in funzione anche nei festivi  - e dalla 999. 


Sciopero in vista. E con i cambiamenti delle linee è inevitabile che ci sia anche aria di protesta nel settore del trasporto pubblico locale: l'Usb ha proclamato infatti, per venerdi' 2 ottobre, una giornata di protesta che per 24 ore - con le consuete fasce di garanzia - sia in Atac che in Roma Tpl comporterà disagi nel trasporto capitolino. In Roma Tpl particolarmente, nello stesso giorno e con le stesse modalità,  è stato proclamato sciopero anche dai sindacati Sul, Faisa Cisal, Cgil, Cisl e Uil. Non è escluso che alla protesta possano aderire anche i lavoratori delle biglietterie. Venerdi' 2 ottobre pertanto, a partire dalle 8:30 alle 17 e poi ancora dalle 20 fino al termine del servizio, saranno a rischio le linee di bus, tram, filobus, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Infine, per le linee 'N' saranno possibili stop anche nella notte tra venerdi 2 e sabato 3 ottobre.