Notizie

Ehi tu hai midollo? Sii #piùvivo a San Giovanni

Al via in oltre 60 piazze italiane la giornata nazionale per la donazione del midollo osseo



La locandina dell'ADMODomani, sabato 27 settembre, l’iniziativa giunta ormai alla quarta edizione colonizzerà più di 60 piazze in tutta Italia per un giorno. Lo scopo è presto detto: fra giochi, concorsi, clown e saltimbanchi, sono tutti uniti nel solo obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sul tema della donazione del midollo osseo. Una giornata fondamentale, dedicata a un tema che prima ancora di essere medico fa capo alla nostra umanità: la compatibilità di midollo osseo è più unica che rara, contando su un rapporto di circa 1 su 100.000. Un’impresa già difficile dunque, ma che diventa impossibile senza un’adeguata campagna d’informazione, e soprattutto senza lo sforzo di tutti noi nel far crescere le donazioni. 

Due le associazioni di respiro nazionale che si occupano, ormai da 4 anni congiuntamente, dell’organizzazione dell’evento: ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo) e gli oltre 3000 clown volontari di VIP Italia Onlus (Viviamo In Positivo), persone meravigliose che con amore e sensibilità portano un sorriso ai tanti bambini che lottano negli ospedali italiani.

La giornata, che in tutta Italia va dalle 9 alle 18, nell’edizione romana si terrà nella celebre piazza di San Giovanni in Laterano. Molti gli stand, ancora di più gli eventi che allieteranno gli avventori: fra le chicche della giornata anche un concorso di fotografia, una competizione in bicicletta a tappe sulla falsa riga delle critical mass, giochi e momenti di riflessione per i bambini. Il tutto condito dalla ricca presenza dei clown di VIP Italia, che girando per la piazza si occuperanno dell’animazione ma soprattutto della sensibilizzazione sul tema principale. Saranno presenti anche alcune autoemoteche con uno staff di medici e biologi, pronti a rispondere a qualunque domanda, ma soprattutto a tipizzare chiunque si offrirà volontario nella fascia d’età fra i 18 e i 35 anni. È una parte fondamentale del tragitto per la donazione di midollo: si tratta di un piccolo prelievo sanguigno grazie al quale potremo essere inseriti nel registro nazionale dei donatori. Se saremo fortunati e le analisi riveleranno compatibilità di sorta, potremo in futuro essere ricontattati per ulteriori analisi e, infine, per concludere l’iter di donazione. Un modo come un altro per sentirsi #piùvivi.