Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Enrico Rosati, un valore aggiunto per l`Axed Group Latina

Parla il giovane giocatore nerazzurro, che contro il Corigliano ha trovato il suo primo gol in serie A



Enrico RosatiVenerdì scorso ha messo a segno, contro il Corigliano, il suo primo gol in serie A, finendo per coronare un`altra grande prestazione. La crescita di Enrico Rosati, è sotto gli occhi di tutti e di questo se n`è accorto, principalmente, il tecnico dell`Axed Group Latina Calcio a 5, Piero Basile, che anche in situazioni delicate di partite, è pronto a gettare nella mischia il giocatore nerazzurro. “Di questo posso soltanto che ringraziarlo – ha tenuto a spiegare Rosati – Ma allargherei la cosa a tutta la società, con il presidente Gianluca La Starza in testa e ai miei compagni. Grazie a loro sto crescendo e meritando un certo minutaggio”. Intanto, come dicevamo, è arrivato il primo gol in serie A contro il Corigliano, in una serata, quella di venerdì scorso, dove davvero tutto è andato per il meglio e dove la squadra ha sciorinato un futsal d`altri tempi. “Un gol che mi sento di dedicare alla squadra, a tutti i miei compagni. Un momento bellissimo, il primo, mi auguro, di una lunga serie. Non lo dedico al presidente La Starza, al quale mi sento particolarmente legato, perchè lui, in una intervista, disse che sognava per me venti gol. Il 20esimo sarà il suo, soltanto il suo”. Enrico Rosati, per tutti “banana”, è uno di quei giocatori italiani, insieme ad Andrea Terenzi e Yuri Bacoli, che rappresentano un valore aggiunto per l`Axed Group Latina Calcio a 5 di Piero Basile. “Il mister – ha proseguito Rosati – mi prende molto in considerazione e questo, ad un giocatore come me, che ha tanto da imparare, può soltanto che fare piacere. Da parte mia, cerco di farmi sempre trovare pronto”. C`è, poi, di mezzo il cuore, perchè Enrico Rosati è un giocatore di Latina che ha la fortuna di indossare, in serie A, i colori della maglia della sua città. “Un onore – ha tagliato corto lo stesso giocatore nerazzurro – Credo che per un giocatore di Latina, sia davvero il massimo. Emozione unica, anche perchè la nostra, anche con gli stranieri che sono in squadra, è prima di tutto una grande famiglia. Lo spirito è quello giusto, stiamo facendo grandi cose e tante altre ne possiamo fare. Vestire questa maglia è per me, lo ripeto, un onore grandissimo”. Intanto la squadra, con la vittoria sul Corigliano, si è portata, con i suoi tredici punti, a sole due lunghezze dalla capolista Carlisport Cogianco che, dopo la sosta forzata di questa settimana, sarà il prossimo avversario dei nerazzurri in trasferta. “A parte la prima partita contro il Rieti – ha concluso Rosati – abbiamo sempre giocato grandi partite, alcune delle quali perse immeritatamente, anche in situazioni di assoluta emergenza, come quella a Ferrara contro il Kaos. Oggi la squadra è cresciuta, siamo sempre più consapevoli dei nostri mezzi e fiduciosi di poter arrivare a centrare gli obiettivi che ci siamo prefissati. Siamo una squadra che se la può giocare con chiunque, lo dice la classifica attuale, lo dicono i risultati. Adesso, dopo la sosta, che per me arriva a proposito, così potremo recuperare, mi auguro, anche un giocatore importantissimo come Terenzi, ci sarà questa sfida in trasferta con la Cogianco. Una partita, chiaramente, non facile, ma che noi giocheremo sino in fondo perchè abbiamo, come dicevo prima, già dato modo di dimostrare di essere davvero alla pari con tutti”.