Notizie

ESCLUSIVA Frosinone, parla Coppitelli: "Le sensazioni sono ottime"

Sul nostro sito, il nuovo tecnico gialloblu analizza i primi mesi sulla panchina dei canarini: "Sono arrivati molti nuovi giocatori. Vogliamo mettere in campo una squadra che abbia delle idee di gioco giuste"



Federico Coppitelli nella sede del Frosinone ©frosinonecalcioLa Primavera del Frosinone scalda i motori in vista dell’inizio del prossimo campionato. Con il ritorno tra i canarini del super titolato Federico Coppitelli, vincitore con la Roma in soli quattro anni di ben tre titoli (Campionato Giovanissimi e Allievi e Supercoppa Allievi Nazionali), i ciociari puntano a costruire un gruppo giovane e sperimentale che spera di far bene e crescere di partita in partita. A tal proposito abbiamo sentito le dichiarazioni di mister Coppitelli che ci ha parlato di come il suo gruppo si stia preparando per affrontare nel migliore dei modi la prossima stagione.        

Quali sono le sensazioni che si provano a ritornare a Frosinone dopo quattro anni?
“Le sensazioni sono belle. Sono contento perché ho scelto di tornare a Frosinone. E’ un progetto importante, sono stato convinto dal progetto e dalle persone che ne fanno parte. Siamo molto soddisfatti di questa scelta, per ora le cose vanno molto bene”.

I nuovi arrivati si sono integrati bene?
“Sì. Molti sono ragazzi che vengono dai dilettanti. Ovviamente la differenza tra Allievi Regionali e Primavera è ampia, ma c’è anche una bella differenza tra Allievi Nazionali e Primavera. In generale siamo contenti. Il lavoro è a medio/lungo termine. Ci aspettiamo che i ragazzi migliorino e ci aspettiamo parallelamente come collettivo di riuscire a mettere in campo una squadra che abbia delle idee di gioco giuste, dei principi di gioco inderogabili e che proponga sempre qualcosa di interessante”. 

Sono tanti i nuovi innesti arrivati in estate?
“Sì, tra i nuovi arrivati ci sono i 97’ Belvisi, De Santis, Faiella e Trani che vengono dalla Roma, tra i 98’ sono tanti i ragazzi che provengono dai dilettanti, tra questi Pugliese, Contucci, Tribuzzi, Giannetti, Lori, Giampietro e Gatti. Ci aspetta un lavoro che sarà a medio/lungo termine”.

Qual è il modulo tattico prevalente con cui affronterà il campionato?
“Stiamo alternando tanti moduli perché siamo all’inizio. Cerchiamo di creare un contenitore che riesca a far risaltare le qualità dei ragazzi”.

Quali sono gli obiettivi del campionato?
“Non credo che noi ci possiamo porre degli obiettivi. Sicuramente proveremo a fare un buon campionato e ottenere i migliori risultati possibili. Sappiamo che la strada sarà lunga e nel mezzo ci sarà anche da stringere i denti. Sinceramente non credo che possiamo fare un campionato nel quale ci possiamo porre degli obiettivi di classifica. Possiamo avere degli obiettivi di crescita. Poi vedremo in seguito dove potremmo arrivare”