Notizie

Festa dei calendari, alla scoperta delle conferme e delle novità per la stagione che verrà

Si è alzato finalmente il sipario sui prossimi campionati con i gironi di Eccellenza, Promozione e Juniores Elite resi noti al mondo dei dilettanti



Nella cornice del Grand Hotel Duca d’Este è andata in scena la tradizionale Festa dei calendari, la giornata in cui le squadre di Eccellenza, Promozione e Juniores Elite hanno finalmente potuto conoscere le compagini da sfidare nel corso della stagione ormai alle porte. Cambiamenti importanti, rispetto alle stagioni passate, soprattutto nel campionato di Promozione mentre generalmente confermati gli scacchieri di Eccellenza e Juniores Elite, anche se non sono mancate alcune sorprese. 

Melchiorre Zarelli  © photosportroma.itLE DICHIARAZIONI La cerimonia è iniziata con le parole del presidente Melchiorre Zarelli, che ha voluto aprire il proprio discorso affrontando il tema caldo della fresca elezione di Carlo Tavecchio: “Questa elezione deve essere un motivo d’orgoglio per tutto il movimento del calcio dilettante e un riconoscimento per i tanti miglioramenti vissuti dal nostro mondo durante la sua presidenza. Non è stata semplice la sua corsa alla presidenza, caratterizzata da una vera e propria guerra mediatica. Sono però certo che con la sua elezione il mondo del calcio dilettante potrà migliorare moltissimo, vivendo una nuova primavera” - il presidente ha poi continuato esponendo alcune delle proposte che verranno portate al vaglio del prossimo sostituto di Tavecchio alla guida del calcio dilettante - “Abbiamo in mente alcune idee che potrebbero apportare dei miglioramenti al calcio dilettante. In particolare possiamo riassumerle in tre punti: rendere pluriennale la validità delle tessere del settore giovanile, semplificare le procedure online per l’iscrizione ai campionati e per il tesseramento dei calciatori, infine l’abolizione dell’obbligo dell’allenatore per le società di terza categoria”. La parola è poi passata al neo presidente del CRA Lazio Luca Palanca: “Cercheremo di apportare dei miglioramenti alla nostra classe arbitrare. Per fare questo c’è bisogno però della collaborazione di tutti. Lanceremo arbitri molto giovani, ad esempio in prima categoria avremo direttori di gara anche di 17 anni. Il raduno avrà inizio il 2 settembre e vi posso assicurare che saremo molto rigidi nelle valutazioni derivanti dai test. Il mio motto è rispetto per essere rispettati”.

ECCELLENZA Dopo le premiazioni delle società vincenti nella scorsa stagione si è finalmente arrivati al momento clou, con i gironi mostrati al pubblico dei dilettanti. Nel massimo campionato regionale sono state poche le sorprese rispetto ai campionati passati, solamente il piazzamento di Almas e N.S Maria Mole Marino nel Girone A può rientrare in questa categoria. Per quanto concerne la prima giornata ci sarà subito una grande sfida fra Real Monterosi e Trastevere Calcio nel Girone A, mentre nel Girone B le corazzate Albalonga e Colleferro esordiranno rispettivamente con Borgo Podgora e Morolo Calcio. 

PROMOZIONE Tante novità riguardano invece il campionato di Promozione. Invariato il Girone D in cui come di consueto sono finite le società delle province di Latina e Frosinone, mentre sensibili cambiamenti hanno riguardato i rimanenti tre gironi. Il rinnovamento più importante riguarda senza dubbio la suddivisione in due raggruppamenti diversi delle squadre delle province di Viterbo e Frosinone, con i club di Roma e provincia chiamati a completare questi due gironi, cioè A e B. Tra le sorprese abbiamo senza dubbio lo spostamento del Guidonia Montecelio nel Girone B in cui potrebbe svolgere il ruolo di pretendente al titolo insieme alla Valle del Tevere. Confermate invece nel difficilissimo Girone C le due regine del mercato di Promozione: Lepanto Marino e Città di Ciampino.