Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Festa dei calendari: si alza il sipario sulla nuova stagione del futsal regionale

Al Pala Kilgour di Ariccia si è svolta la consueta cerimonia: svelati anche i gironi di C2 e gli accoppiamenti di Coppa Lazio



Melchiorre ZarelliCon la festa dei calendari, che si è svolta al Pala Kilgour di Ariccia, si è alzato ufficialmente il sipario sulla nuova stagione del futsal regionale. Un evento al quale hanno partecipato tutte le più alte cariche del calcio a 5 laziale.


Zarelli. Ad aprire la festa è stato il presidente del Cr Lazio Melchiorre Zarelli: “Il Lazio è la prima regione in Italia per quanto riguarda il calcio a 5 e dal prossimo anno avremo due gironi di C1. Una scelta dettata sia dal gran numero di squadre, sia dalla volontà di venire incontro alle esigenze delle società, per evitare lunghe e costose trasferte”. Il presidente è quindi passato a parlare delle rappresentative e del settore giovanile, confermando le voci che circolavano già da qualche settimana: “Con le selezioni regionali abbiamo ottenuto grandi risultati, ma lo stesso non si può dire per le squadre di club. Per questo invito le società ad inserire allenatori che possano seguire i ragazzi e aiutarli da un punto di vista tecnico. Passando alle rappresentative ringrazio Cinzia Benvenuti, che avrebbe voluto continuare, nonostante l’impegno con la serie C femminile, e Salvatore Corsaletti, che ha conquistato due titoli nazionali con gli Allievi. A loro posto ci saranno David Calabria, che guiderà le selezioni femminile e dei giovanissimi, e Fausto Tallarico che guiderà Juniores e Allievi. Una scelta resa possibile dal fatto che le selezioni parteciperanno al TdR in periodi sfasati”.


Colantuoni. Dopo il presidente è stato il turno del delegato provinciale Pietro Colantuoni: “C’è il rammarico per l’abbandono del Ct Eur, ma la soddisfazione per il salto nel nazionale di due squadre laziali: Ardenza e Olimpus, segnali di un movimento che continua ad esprimere valori importanti. La riforma della C1 del prossimo anno darà ancora più interesse al campionato, mentre nel femminile puntiamo al consolidamento”.


Massini. L’ultimo a parlare è stato il designatore arbitrale Francesco Massini: “Come detto dal presidente il Lazio è la regione più importante per quanto riguarda le squadre, ma anche per gli arbitri. Quest’anno ci presenteremo al via con 130 arbitri, un numero in crescita del 40%. Lavoriamo a stretto contatto con tutte le 14 sezioni e la prossima settimana avremo due giorni di raduno dove lavoreremo sia  sull’aspetto fisico, che del regolamento, che ha subito qualche modifica. Quest’anno la C1 sarà arbitrata solo da fischietti che hanno chance di passare al nazionale, mentre la C2 servirà per preparare gli arbitri al massimo campionato regionale. Infine noi come classe arbitrale abbiamo sempre il massimo rispetto delle società e speriamo che sia un atteggiamento reciproco, nel rispetto dei propri ruoli”.


Premiazioni. Prima di svelare i calendari sono stati quindi consegnati i premi relativi alla scorsa stagione: a ricevere il premio sono state le squadre che hanno vinto i rispettivi campionati e le formazioni che si sono distinte sotto l’aspetto disciplinare. A farla da padrone è stata la Capitolina Marconi, che ha vinto i premi disciplina per la C1 maschile, la C femminile e la Juniores elite