Notizie
Categorie: Altri sport

Fiamme Gialle in partenza per la Coppa Campioni per club

La rappresentativa della Guardia di Finanza in Turchia per la competizione che mette di fronte le otto squadre maschili e le otto femminili più forti del vecchio continente, per determinare i campioni d'Europa



Image titleLa squadra maschile delle Fiamme Gialle è partita oggi alla volta di Mersin (Turchia) per disputare durante il fine settimana l’Edizione 2015 della Coppa Campioni per Clubs di atletica leggera. Questa importantissima manifestazione ogni anno chiama a raccolta le otto squadre maschili e le otto squadre femminili più forti e rappresentative del vecchio continente, per determinare il club Campione d'Europa. Le Fiamme Gialle, alla terdicesima partecipazione consecutiva, cercheranno di difendere il prestigioso titolo conquistato nelle ultime tre edizioni.Il team gialloverde potrà contare su una formazione competitiva, pur con più di una assenza di rilievo, a partire da Matteo Galvan, stirato al suo esordio stagionale e da Fabrizio Donato, alle prese con problemi ai tendini. Sarà invece della spedizione il capitano della squadra Nicola Vizzoni, seppur condizionato da una forte infiammazione al gomito sinistro. Esordio per due neo arruolati, Simone Forte e Mauro Fraresso. Il primo, specialista del salto triplo, gareggerà nel salto in lungo sostituendo gli infortunati Kevin Ojaku ed Emanuele Catania; mentre il secondo prenderà parte alla gara del giavellotto a causa della defezione per infortunio patito negli ultimi giorni del più accreditato Gianluca Tamberi. Punte di forza del team gialloverde saranno i mezzofondisti Giordano Benedetti (800 metri) e Ahmed El Mazoury (5000 metri) dati in ottime condizioni fisiche, l’astista Claudio Stecchi già sesto ad Ostrawa con la misura di 5,40 , ma da tempo pronto per il suo personal best e Andrea Lemmi fresco del personale di 2,26 nell’alto, oltre naturalmente alle staffette veloci.Tra i team partecipanti va segnalata l’assenza della “corazzata” russa del Luch Mosca che non prenderà parte all’evento. La defezione di questa squadra non abbassa però l’elevato tasso tecnico della manifestazione, che oltre a squadre blasonate come gli  spagnoli di Playas de Castellon, negli scorsi anni gli avversari più temibili per i gialloverdi, vede al via anche individualità di assoluto valore mondiale come il triplista Nelson Evora, campione olimpico a Pechino 2008 e iridato ad Osaka 2007.