Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Finale scudetto, la Ternana vince gara 1

La formazione di Shindler batte di misura la Lazio. Lunedì il match di ritorno



TERNANA IBL BANCA-LAZIO 2-1 (1-0 p.t.)

MARCATRICI 2'35'' p.t. Neka (T), 16'58'' s.t. Bennardo (T), 19' Vanessa (L)

IBL BANCA Tardelli, Pascual, Bisognin, Neka, Exana, Coppari, Uveges, Donati, Blanco, Torelli, Bennardo, Cordaro. ALLENATORE Shindler

LAZIO Catarina, Gayardo, Siclari, Lucileia, Violi, Schirò, Presto, Ceci, Vanessa, Corio, De Angelis, Giustiniani ALLENATORE  Petricca

NOTE AMMONITE Siclari (L), Pascual (T), Vanessa (L)

ARBITRI Sue Ellen Salvatore (Gallarate), Gennaro Luca De Falco (Catanzaro) CRONO Daniele Ferretti (Roma 1)


Marco Shindler (Foto © CASSELLA/Divisione Calcio a cinque)È della Ternana gara-1 della finale scudetto contro la Lazio: un gol per tempo, nel primo di Neka e nel secondo di Bennardo, permettono alle Ferelle di vincere 2-1. Inutile il forcing finale delle biancocelesti, che accorciano le distanze con Carla Vanessa ad 1' dalla sirena senza però trovare la rete del pareggio. Ora la serie si sposta nella Capitale, a Fiano Romano (lunedì prossimo, sempre in diretta tv su RaiSport 2), dove le campionesse d'Italia in carica devono vincere a tutti i costi per andare a gara-3.

La prima occasione della partita capita sui piedi di Neka, che si accentra e fa partire un bolide che impegna il portiere. Il gol è nell'aria, e arriva infatti a 2'35'', quando la “tartaruga” riceve palla all'altezza di rigore, se la sposta sul sinistro e con un diagonale batte Ana Catarina. Il Pala Di Vittorio esplode di gioia e prova a spingere al raddoppio le loro beniamine: ci prova ancora Neka e poi Blanco, ma con scarsi risultati. Incassato il colpo, la Lazio inizia a fare il suo gioco. Al minuto numero otto la prima azione pericolosa delle biancocelesti, con Ceci che impegna Tardelli. Poco più tardi, la Ternana rischia di pagare a caro prezzo due errori in fase di impostazione: Exana perde palla nel tentativo di condurre un contropiede, gliela ruba Ceci che manda Carla Vanessa a tu per tu col portiere ma non trova il pari. Passano pochi secondi ed arriva un altro errore: stavolta è Neka a sbagliare il passaggio all'indietro, ne approfitta Ceci che si fa murare la conclusione da Tardelli, poi è brava a riprendere il pallone e servire Lucileia, che calcia a botta sicura ma provvidenziale Exana sulla linea di porta. La Ternana si rivede a 2' dallo scadere con Blanco, che ingaggia un duello in velocità con Lucilea (sua ex compagna di squadra), lo vince e calcia col destro, ma Ana Catarina è attenta. Primo tempo che si chiude col brivido: a 10 secondi dalla sirena, Tardelli si fa trovare attenta sul destro su punizione di Lucileia, mandando le Ferelle al riposo in vantaggio 1-0.

Nella ripresa la Lazio schiaccia la Ternana nella propria difesa, ma – appena ne ha la possibilità – la squadra di Shindler riparte pericolosamente in contropiede. Come ad esempio con Neka, che costringe Siclari ad un fallo di mano che gli costa il cartellino giallo. Su punizione, Bisognin non trova per poco la porta. La Lazio si riaffaccia dalle parti di Tardelli con una conclusione al volo di Carla Vanessa, che però non inquadra lo specchio della porta. Poco più tardi è Lucileia a sfiorare il pari: l'ex pallone d'oro nasconde la palla a Pascual e calcia col sinistro da distanza ravvicinata, Tardelli è attenta. Ma la Ternana è viva, e lo dimostra al 13' quando Neka parte in contropiede e scarica per Exana, che col destro spara alto. Negli ultimi 5', complice la stanchezza, le due squadre si allungano e le occasioni fioccano da una parte e dall'altra. La più ghiotta capita sui piedi di Siclari, che riceve l'assist di Cely Gayardo e calcia a botta sicura, ma deve fare i conti con una super Tardelli. A 3'22'' dal termine la squadra biancoceleste si gioca il tutto per tutto inserendo Cely Gayardo ad agire come portiere di movimento, ma il pareggio non arriva. Anzi, la Ternana sigla il raddoppio 52 secondi più tardi: contropiede condotto da Bisognin, palla sul secondo palo per la neoentrata Bennardo che tocca il suo primo pallone della partita e fa 2-0. Poi a salire in cattedra è Tardelli, che con tre miracoli, uno su Lucileia e due su Siclari salva il risultato. Ad 1' dalla fine, però, nulla può sulla conclusione ravvicinata di Carla Vanessa. Ma le speranze di pareggiare della Lazio si spengono sul tiro alto di Siclari. La Ternana vince gara-1 e compie un passo importante verso lo scudetto.