Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Finalmente Cynthia! Carta manda in crisi il Terracina

Grande partita al Comunale: doppietta da ex per De Angelis, ma che impatto Delgado a Genzano! Alla fine passano i castellani di misura



14a Giornata - 07 dic 2014
3 - 2

MARACATORI Bianchi 22’pt (C), De Angelis 7’st e rig 32’st (T), Delgado 11’st (C), Carta 25’st (C)
CYNTHIA Scarfagna, Bagaglini, Carta, Bianchi, Leccese, Cacciotti, Martena, Bendia, Hasa, Delgado, Vignolo PANCHINA Scarsella, Panella, Rosella, Marchetti, Peressini, Senesi, Alonzi ALLENATORE Rughetti
TERRACINA Rampi, Baldassarre, Ansalone, Rondinelli, Serapiglia, La Rosa, Sopcic, Giglio, De Angelis, Castaldi, Paris PANCHINA Cipolla, Pernasilio, Bendetti, Bernisi, Bispuri, Botta, Rufo, Flamini, Del Duca ALLENATORE Aquino
ARBITRO Fagnani di Termoli
ASSISTENTI Testa e Pasquale di Campobasso
NOTE Ammoniti Hasa, Delgado, Serapiglia, Bianchi, La Rosa, Martena Rec. 2’pt – 4’st  

Bomber Delado, a segno nel secondo tempoFinalmente Cynthia! La compagine di mister Rughetti ottiene la prima vittoria al Comunale di Genzano e lo fa in grande stile battendo il Terracina per 3-2 grazie alla reti di Fabrizio Bianchi, Roberto Delgado (bomber arrivato da pochissimo da Palestrina) e del capitano Gianmarco Carta. Per quanto riguarda i tigrotti che dire, la squadra è stata cambiata praticamente da cima a fondo e servirà del tempo prima che i giocatori trovino la giusta sintonia. Certo è che le statistiche non sono dalla parte dei biancocelesti, giunti ormai alla settima sconfitta consecutiva in campionato. Serve un scossa, e serve subito…  

La gara. Dopo l’ok del sig. Fagnani di Termoli comincia una gara piuttosto nervosa: gli ospiti però sembrano aver impattato meglio e dopo qualche buona trama offensiva falliscono un’occasione clamorosa al 19’ con l’ex di turno, ovvero De Angelis. Il tigrotto numero 9 completamente solo in area cincischia troppo con la sfera e conclude con colpevole ritardo. Traiettoria sul primo palo sulla quale s’invola Scarfagna che respinge in calcio d’angolo. Un errore decisivo dell’attaccante biancoceleste, poiché neanche cinque minuti dopo che il Cynthia si porta in vantaggio con Bianchi, bravissimo nell’insaccare con un potente destro in area a seguito di una sponda di Delgado. Un gol che da entusiasmo ai castellani, che cercano subito il raddoppio e lo sfiorano due minuti dopo proprio con l’ex attaccante del Palestrina che di testa colpisce tutto solo, ma non inquadra lo specchio per la disperazione di mister Rughetti. Il Terracina sembra aver accusato il colpo e soltanto qualche centimetro la salva dal subire il raddoppio: la conclusione al volo di Vignolo su cross di Martena infatti termina di pochissimo sul fondo. Il primo tempo ormai è agli sgoccioli, ma il Terracina prova a chiuderlo in attacco con una buona conclusione di Paris, neutralizzata alla gande da Scarfagna.  

Negli spogliatoi mister Sergio deve essersi fatto sentire, poiché nella ripresa i tigrotti scendono in campo con un altro spirito e trovano subito il pareggio con De Angelis, che ringrazia Paris per l’assist e tutto solo davanti alla porta non sbaglia l’1-1. Neanche il tempo di esultare però che il Cynthia trova il raddoppio e lo fa grazie a bomber Delgado che a seguito di un lancio dalle retrovie si ritrova a tu per tu con il portiere, lo mette a sedere e insacca il 2-1. Finalmente in casa Cynthia arrivano i gol: pensate che la compagine di Rughetti non segnava due reti nella stessa partita addirittura dalla prima giornata. Tornando in cronaca, i locali continuano a spingere sull’acceleratore e prima falliscono il tris ancora con un colpo di testa di Delgado e poi lo realizzano al capitano Carta che direttamente su una punizione dalla destra buca il portiere per il 3-1. La partita sembra chiusa, ma il Terracina non ci sta e si riversa nella metà campo ospite. Arriviamo al minuto 32, punizione dal limite di Paris, Vignolo in barriera devia con il braccio e per l’arbitro non ci sono dubbi: calcio di rigore e giallo ai danni del numero 11. Dal dischetto De Angelis non sbaglia e 3-2. Immaginatevi ora lo stadio: i tifosi del Cynthia sembrano rinati e cominciano a cantare, i sempre fedeli ultras dei tigrotti continuano a incoraggiare ininterrottamente la squadra e il Comunale è uno spettacolo. Manca meno di un quarto d’ora alla fine, il Terracina attacca in massa, i castellani provano in contropiede (al 39’ verrà annullato un gol dubbio a Delgado) e in difesa alzano un vero e proprio fortino e i biancocelesti devono arrendersi: dopo quattro minuti di recupero l’arbitro manda tutti sotto la doccia. Il Cynthia torna alla vittoria.