Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Fiumicino, parla il nuovo bomber argentino Cacciavillani

L'attaccante classe 1995 ex Racing de Avellaneda: "Siamo un grande gruppo, i tifosi si divertiranno"



Dante CacciavillaniUna partita e mezza per far vedere di che pasta è fatto. Una traversa, almeno quattro volte vicinissimo al gol. Dal Racing de Avellaneda al Fiumicino. Dall’Argentina all’Italia. Un viaggio lungo una vita. Un viaggio per far mostrare all’Europa chi è Dante Joaquin Isla Cacciavillani. Classe ’95, nemmeno vent’anni. Un ariete da area di rigore. Fisico possente, fortissimo di testa, piede morbido. Lì davanti s’è fatto subito sentire. Per i difensori avversari è un tormento. Grande, grosso e agile. Un incubo. Il presidente Simone Munaretto non se l’è lasciato scappare. Segnalato da mister Vigna, l’accordo è arrivato in un battibaleno. S’era messo in luce in serie D. Poi qualche incomprensione e il blitz a sorpresa. Arrivato in punta di piedi una decina di giorni fa, subito protagonista, subito maglia da titolare. Ha messo nel mirino il Sant’Angelo Romano. “Segnare al Desideri? Sarebbe un sogno. Facciamo gli scongiuri”. Domenica alle 11 s’aspetta il pubblico della grandi occasioni: “La squadra è in un buon momento di forma, veniamo da una serie importanti di risultati utili che ci hanno fatto risalire la china. Siamo un grande gruppo, ci sono tanti calciatori molto bravi. La squadra gioca bene, spero di vedere lo stadio pieno, i tifosi si divertiranno”. S’è subito ambientato. “Qui sto benissimo – dice – i compagni mi aiutano, la società e il mister mi stanno vicini. Sono spettacolari. Siamo uniti, sono sicuro che riusciremo ad arrivare alla salvezza senza passare per i play out. Purtroppo la società è stata ripescata a 48 ore dall’inizio del campionato. Ha sofferto, poi a dicembre sono arrivati tanti ottimi giocatori. Mister Vigna è una garanzia. Io? Sono qui per imparare e mettermi a disposizione. Il gol? L’importante è che la squadra vinca. Certo lo sogno. Ci sono andato vicino in queste due partite. Speriamo sia arrivata l’ora”.