Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Flavio Prioteasa, una grande domenica: "Tre gol per chi non crede in me"

Il bomber del La Sabina è stato grande protagonista nella vittoria esterna con il Ladispoli: "Voglio smentire tutti. Questa squadra può fare bene"



Flavio PrioteasaE' stato uno dei protagonisti di questa terza giornata, con la tripletta segnata al Ladispoli al Martini Marescotti: una giornata da sogno per Flavio Prioteasa, che ha trascinato il suo La Sabina all'ennesima impresa stagionale. Sette punti in campionato ottenuti contro Pro Calcio Tor Sapienza, Sporting Città di Fiumicino e l'undici di Solimina, senza dimenticare la vittoria interna nell'andata del turno preliminare di Coppa Italia per 3-1 con il Città di Ciampino. L'attaccante, reduce da una grande stagione in Promozione (24 gol segnati), ha voglia di giocarsi le sue carte anche nel massimo campionato regionale. La dedica per la sua tripletta è significativa: “E' per me stesso: l'ultimo periodo non è stato facile per tanti motivi. In molti non credevano in me e queste reti sono una grande soddisfazione e una spinta per il futuro”.

L'ultima settimana è stata complicata dal punto di vista economico a causa di alcuni problemi societari. Potevate accusare il colpo, invece è arrivata una grande risposta sul campo. 

“Non è stato facile, ma abbiamo dimostrato di essere un grande gruppo. Siamo una bella sorpresa, nessuno si aspettava un inizio del genere, soprattutto alla luce di un calendario veramente difficile. Domenica c'è l'Acquapendente, altra squadra che ha ambizioni di Serie D”.

Prima, però, il ritorno di Coppa con il Città di Ciampino. 

“Dobbiamo stare attenti, sono una gran bella squadra e dovremo cercare di sfruttare il risultato dell'andata. Hanno patito il nostro campo, da loro sarà un'altra storia...”.

Ieri si è vista una squadra fisica, ben messa in campo: si vede la mano di Gentili. 

“Il mister è molto preparato a livello tattico e può contare su tanti giocatori di esperienza. Cerco di seguire le sue indicazioni e tirare fuori il meglio per la squadra”.

Vieni da una stagione fantastica, ma c'era curiosità nel vederti in un campionato più competitivo.Quanto vale questa tripletta? 

“Giravano voci che dicevano che non sarei riuscito a ripetermi, in me credevano in pochi. Voglio smentire tutti e dimostrare di poter fare la differenza anche in Eccellenza”.

La terza rete è una gran botta dalla lunga distanza su punizione, pensi ci sia della responsabilità da parte del portiere del Ladispoli? 

“Ho tirato bene, ma effettivamente anche i miei portieri mi hanno confermato che qualche responsabilità ce l'ha. Sono felice, perché è stata la rete che ha definitivamentespento le velleità di rimonta i rossoblu”.

Dove può arrivare questa squadra? 

“L'obiettivo è la salvezza diretta,ma amo puntare in alto e penso si possa fare bene. La nostra è unarosa costruita con attenzione, un mix di fisico e tecnica. La strada è ancora lunga, dovremo cercare di ripetere queste prestazioni anche quando affronteremo formazioni meno blasonate, tenendo alta la concentrazione”.

Eri stato cercato dalla Valle delTevere, poi sei rimasto. 

“Il La Sabina era la mia prima scelta, avevo tante richieste, ma sono felicissimo di essere ancora qui”.

Cissè, Maa Boumsong, Dabo, Danso e Kabangu: siete anche un bell'esempio di integrazione. 

“E' vero. Sono tutti ragazzi splendidi che vengono da situazioni non facili, ma che si sono subito integrati molto bene: possono dare tanto a questa squadra”.