Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

"Focus Giovani" Lazio: in vetrina i '97 Cervellera, Abbatelli e Roberti

Prosegue la presentazione dei talenti che comporranno l'Under 21 e la Juniores della formazione biancoceleste



Foto © Cantarelli/S.S. Lazio C5Anche con l’inizio della preparazione della prima squadra, prosegue la rubrica dedicata ai ragazzi di Juniores ed Under 21, che si apprestano anche loro a tornare a lavoro, nell’ultima settimana di agosto. Questa volta, il FocusGiovani punta su tre classe ’97, due di provenienza L’Acquedotto ed uno Alphaturris: Giorgio Cervellera, Daniele Roberti e Mattia Abbatelli.


Giorgio Cervellera. Nato a Roma il 26 aprile 1997, vivaio L’Acquedotto, fratello minore di Alessio Cervellera, tre enni più grande ed in forza all’Under 21, Giorgio è un giocatore con caratteristiche difensive che si adatta sia al ruolo di ultimo che a quello di laterale. “Al pensiero di giocare per questa squadra provo un'emozione grandissima, anche perché, da tifoso della Lazio, è un sogno che si realizza” confida, e poi: “Vivere quest'avventura con tanti compagni dello scorso anno è uno stimolo in più per fare il meglio. Spero di riuscire a dare il massimo e ritagliarmi un posto in squadra e, perché no, togliermi qualche soddisfazione vincendo qualcosa e onorando questa maglia”.


Daniele Roberti. Nato a Roma l’8 novembre 1997, ruolo laterale ed anche lui proveniente dal settore giovanile de L’Acquedotto, è un altro tifoso laziale che sente di vivere un sogno: “Vestire questa maglia da atleta è un onore. Come tifoso è un sogno che diventa realtà. E’ allo stesso tempo un traguardo, per essere arrivato in questa società prestigiosa, ed una partenza, per il percorso che spero di fare con la Lazio. Mi metterò a disposizione del mister dando il massimo per la squadra, con cui punto a crescere, ad ottenere risultati e soddisfazioni con l'aquila sul cuore. Vorrei ringraziare tutto l'Acquedotto: dirigenza, allenatori, staff e compagni per gli anni passati insieme”.


Mattia Abbatelli. Nato anche lui a Roma, l’8 luglio 1997, gioca da laterale ed è l’unico dei tre a non provenire dal vivaio de L’Acquedotto, ma dall'Alphaturris. “Sono molto contento di giocare la prossima stagione nella Lazio – esordisce - anche perché è una delle società migliori d'Italia e sono contento, anche perché ho il forte desiderio di vincere con questa squadra. Il mio primo obiettivo personale – ammette - non può che essere di migliorare sempre di più in modo da guadagnarmi la possibilità di vestire la maglia della Lazio anche l’anno prossimo…”.