Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

"Focus Giovani" Lazio: si chiude con Giacomo Luongo nel giorno della Supercoppa Under 21

Termina la presentazione dei gioielli del team biancoceleste a poche ora dal primo impegno ufficiale della stagione



Image titleIl grande giorno è arrivato, oggi alle 19.00, i giovani biancocelesti scenderanno in campo per il primo impegno ufficiale con una posta in palio altissima, la Supercoppa Italiana, primo trofeo dell’anno, quello che già dalla prima gara potrà dare un indirizzo alla stagione di una squadra che inizia con l’onere e l’onore di difendere un tricolore cucitogli sul petto da chi l’ha preceduta.

E non è un caso se proprio oggi abbiamo deciso di chiudere, almeno per questa stagione, quel Focus Giovani che quei ragazzi li ha presentati tutti, perché oggi uno di loro suo malgrado dovrà osservare i compagni da fuori, pur bruciando dalla voglia di scendere in campo con la maglia della Lazio e dare tutto per la sua squadra.

L’ultimo ad essere presentato è proprio Giacomo Luongo, salutato ed incoraggiato da tantissimi suoi compagni a recuperare in fretta e bene dal brutto incidente di pochi mesi fa, che gli impedisce per ora di essere con loro in campo.

Nato a Roma il 18 ottobre ’96, pivot cresciuto ne L’Acquedotto, Giacomo ha saputo farsi apprezzare nel corso del tempo tanto che anche il presidente Daniele Chilelli, prima di un appuntamento così importante per la sua nuova società, ha tenuto a dedicargli le sue parole: “Giacomo è un ragazzo eccezionale e se in tantissimi si sono ricordati di lui sicuramente non è stato per caso. Purtroppo non ha potuto iniziare la stagione con noi e so che sta soffrendo, perché ama il suo sport ed ama questi colori, ma lo stiamo aspettando e lo faremo finché sarà necessario perché è giusto, in questi hanno ha dato tanto alla nostra causa, all’Acquedotto, e sicuramente potrà dare tanto anche a quella della Lazio. Sono certo che non farà mancare il suo sostegno ai suoi compagni in un momento importante come questo e gli rinnovo ancora una volta i miei auguri sia personali che a nome della società”.


Image titleGiacomo Luongo. l La Lazio nel cuore, l’Aquila tatuata sulla pelle e tanta voglia di tornare in campo, a maggior ragione ora che quell’Aquila e quei colori, potrà indossarli anche da atleta: “Essendo un laziale vero è un onore indossare questa maglia, anche se purtroppo non so quando potrò farlo. Piano piano miglioro, i dottori mi dicono che ci devo andare molto piano, che con l’anca si rischia grosso ed io seguo tutti i loro consigli e faccio tutto quello che dicono, ma mi sento una forza dentro inspiegabile, sento di potermi alzare in piedi e buttare le stampelle... Però devo tenere duro ed aspettare queste ultime settimane per riprendere a camminare, poi sarà tutto in discesa e mi impegnerò al massimo per tornare entro la fine della stagione più forte di prima, perché mi manca davvero molto indossare gli scarpini e in più per me questa maglia è un sogno. Ho provato molta invidia per i miei compagni che hanno iniziato la preparazione, mi sento in gabbia a non poter giocare ma sono stato contentissimo di tutte le dediche ed i saluti che ho ricevuto, ringrazio loro e tutti quelli che mi sono stati vicino e se il fisico me lo consente senza dubbio sarò in tribuna a ricambiare il loro sostegno oggi. Sono grandi, una squadra con tutte le carte in regola per vincere questa Coppa e tutto quello che verrà dopo, hanno tantissima voglia e sono certo che qualunque sia il risultato, in campo non mi deluderanno”.


Ne siamo certi tutti e ci uniamo come società all’in bocca al lupo per i ragazzi che, come se non bastasse la posta in palio, hanno un motivo in più per centrare l’obiettivo, una nuova grande dedica da fare al leone che combatterà con loro, ma da fuori.