Notizie

Formazione professionale, Nicola Zingaretti ai ragazzi: "Questa legge è per voi"

L'intervento del presidente della Regione Lazio alla festa di fine anno formativo 2014/2015 del Ciofs-fp, al santuario del Divino Amore: "Permetterà finanziamenti, centralita' e futuro per tutti voi"



Foto©Italpress"Grazie poi voglio leggere una cosa che e' un po' brutta ma va letta. Venendo in macchina ho letto i dati dell'Ocse sulla ricchezza e la poverta' in Italia: il 20% degli italiani possiede il 61% della ricchezza, e che il 60% degli italiani possiede solo il 17% della ricchezza e, pensate, l'1% degli italiani possiede il 15% della ricchezza. Dati che peggiorano e ci dicono che l'Italia e' un paese con un elemento di ingiustizia sociale molto forte e che si e' aggravato in questi anni di crisi: chi era in difficolta' lo e' di piu' e chi era piu' ricco ora lo e' di piu'". Lo ha detto Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zigaretti, che questa mattina ha partecipato alla festa di fine anno formativo 2014/2015 del Ciofs-fp, al santuario del Divino Amore, ricordando anche la recente approvazione della legge sulla formazione. "Voglio dire questi dati - ha aggiunto - non per abbatterci ma per dire che tutti abbiamo lo stesso obiettivo: rendere l'Italia un po' piu' giusto di quello che e'. Questo paese lo dobbiamo cambiare in meglio e dobbiamo fare delle scelte. Questa legge e' stata fatta perche' avevo fatto una promessa in campagna elettorale e siamo stufi dei politici che fanno promesse che non mantengono quindi era un dovere etico e morale". 

"Il futuro dei ragazzi italiani - ha concluso Zingaretti davanti a centinaia di ragazzi di diversi istituti di formazione - e' dato da una scuola degna di questo nome e la formazione professionale deve essere parte integrante del nostro paese. Ora e' legge regionale e questa permettera' finanziamenti, centralita' e futuro per tutti voi. Questa battaglia l'abbiamo vinta anche grazie a voi, non perdete la fiducia e la speranza perche' anche questa battaglia che abbiamo fatto dimostra che se si vuole le cose possono essere cambiate".