Notizie
Categorie: Dilettanti

Frascati, Tiberi:"Con l'Atletico Morena una gara perfetta"

Dopo il successo interno di domenica, la formazione castellana vede sempre più vicina la Promozione



Mattia TiberiDopo due scialbi pareggi, ecco la risposta della grande squadra. Anzi, della capolista. Il Frascati supera 2-0 l’Atletico Morena, consolida il primato (sono sei i punti di vantaggio sulla Pro Roma, dieci sul team di Aquilanti) con una gara ancora da giocare rispetto alle dirette inseguitrici ma soprattutto dimostra di essere, casomai ce ne fosse ancora bisogno, la formazione da battere. Perché i ragazzi di Ferri, ancora una volta, sono stati più forti di tutto: delle difficoltà, degli infortuni (capitan Ferrazza ha dovuto abbandonare il terreno di gioco a fine primo tempo per un problema al ginocchio) di un avversario che non ha demeritato, ma non ha creato seri grattacapi alla retroguardia castellana se non quel rigore a tempo praticamente scaduto e neutralizzato da De Angelis, di un metro arbitrale che è sembrato pendere più dalla parte ospite, in particolare nei concitati minuti finali. Questo Frascati non sbaglia le gare importanti, ed è stato così anche domenica. “Siamo scesi in campo molto motivati – dichiara Mattia Tiberi, autore dell’1-0 al termine di una straordinaria iniziativa personale – sapevamo che in palio c’era una bella fetta di campionato e non avevamo alcuna intenzione di rimettere tutto in discussione. Abbiamo giocato con grinta, concentrazione, attenzione massima. Il Morena si è confermato ottima squadra, ma di occasioni vere e proprie non ne ha create. In difesa siamo stati perfetti, dal centrocampo in su bravissimi a gestire la gara e spietati quando ci si è presentata l’occasione. E’ andato tutto bene, adesso ci godiamo questo successo ma teniamo alta la tensione: domenica c’è la Pro Roma, può essere davvero la partita che vale una stagione”. Bisognerà vedere che tipo di formazione varerà mister Ferri visto che Ferrazza, Schiaffini e Cozzolino non saranno disponibili. Una difesa da reinventare, ma dall’altra parte anche la consapevolezza di poter avere risposte adeguate anche da chi, finora, ha giocato meno. “E’ il gruppo che sta facendo la differenza – continua il fantasista frascatano – ma anche la mentalità. Rispetto allo scorso anno siamo cresciuti tanto per personalità, carattere, maturità. Non siamo mai stati al completo, eppure tutti abbiamo dato un contributo importante per arrivare dove siamo ora. E non vogliamo certo mollare adesso”. Domenica è arrivato il sigillo numero sette in campionato, l’obiettivo è di chiudere almeno in doppia cifra. “Intanto speriamo di farne un altro domenica – conclude Tiberi – Se finisse 1-0 con un mio gol, potrei anche accontentarmi. Ma non importa chi segna: con una vittoria chiudiamo il discorso, quello conta”.