Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Fregene ok ai rigori: il Civitavecchia viene eliminato al Paglialunga

Fatati recupera lo svantaggio dell'andata, poi dal dischetti Esposto ed un palo fanno esultare i biancorossi



FREGENE                  5

CIVITAVECCHIA 3 dcr

MARCATORI Fatati 26'st rig. (F) 

FREGENE Esposto 6.5, Zappellini 6, Tafi 5.5, Sebastiani 5 (1'st Empoli 6.5), Giustini 6.5, Perelli 7, Molfesi 6.5, Polito 5 (1'st Di Ianni 6), Paparella 6, Fatati 6.5, Celi 6 (40'st Lucarelli sv) PANCHINA Barrago, Zanette, Fabris, Vinciarelli ALLENATORE Caputo 

CIVITAVECCHIA Notari 6.5, Di Marco 5.5, Bangrazi 5.5 (14'st Ruggiero 6), Barluzzi 6, Ianzi 6, D'Amore 6, Gambi 5 (42'pt Pierri 6), Barra 6, Brunetti 5, Hasa 5, Cherubini 5 (28'st Jamani sv) PANCHINA Paracucchi, Loi, Paolini, Elisei ALLENATORE Insogna 

ARBITRO Di Matteo di Roma 2, 6 ASSISTENTI Pantano di Frosinone e Papagna di Roma 1 

NOTE Ammoniti Barra Angoli 5-0 Rec 1'pt – 5'st Fuorigioco 1-5 Sequenza rigori Barra (C ) gol, Paparella (F) gol, Hasa (C ) gol, Molfesi (F) gol, Barluzzi (C ) parato, Lucarelli (F) gol, Ruggiero (C ) gol, Fatati (F) parato, Jamani (C ) palo, Perelli (F) gol


Esulta il Fregene (foto Laconi@fregenecalcio.com)Il Fregene interrompe ai calci di rigore la mini serie negativa che lo vedeva perdente col Civitavecchia da due incontri consecutivi: all'esordio in campionato (0-2 al Paglialiunga) e nel match di andata al Fattori (1-0), e si qualifica agli ottavi di finale di Coppa Italia. Nel primo tempo il match è a dir poco soporifero con le due formazioni che non riescono, letteralmente, ad andare alla conclusione. Ci riesce due sole volte il team di Insogna, quando vede annullarsi al 27' un gol per fuorigioco (colpo di testa di Brunetti su punizione di Barluzzi) e con un calcio di punizione di Hasa dal lato corto sinistro dell'area che si spegne sull'esterno della rete. Il secondo tempo sarà, fortunatamente, di tutt'altra pasta. Caputo lascia negli spogliatoi Sebastiani e Polito, dando maggior fluidità al giro palla con Empoli e Di Ianni. La prima occasione è però degli ospiti con Hasa che, nuovamente da fermo, calcia dal limite dell'area chiamando Esposto alla gran parata sotto l'incrocio dei pali. Il Fregene si impaurisce ed esce completamente dal guscio, prendendo in mano la gara. Al 7' una bordata in diagonale di Celi centra in pieno la traverso e poco dopo lo scambio Molfesi-Fatati al limite dell'area libera Paparella solo davanti a Notari, col portiere nerazzurro che va giù col giusto timing e stoppa la conclusione a botta sicura dell'attaccante biancorosso. Al 24' Fatati sale in cattedra e cambia volto al match: prima spaventa il Civitavecchia chiamando Notari alla parata poi, con una gran azione di pressing, recupera palla sulla trequarti, affronta col doppio passo in area un difensore civitavecchiese che lo stende, rigore. A nulla valgono le proteste degli ospiti, il numero 10 va sul dischetto e fissa il gol che riapre il discorso qualificazione. Il Fregene è ormai lanciato, mentre il Civitavecchia non riesce a reagire e al 30' su azione di ripartenza Paparella lancia in verticale Celi che spara in diagonale su Notari. I biancorossi, da qui fino all'ultimo minuto, attaccano a testa bassa, ma non trovano il gol per il passaggio del turno, servono i tiri dal dischetto. Barluzzi è il primo a sbagliare, poi Fatati trova i guanti di Notari, ma il Civitavecchia con Jamani centra il palo e così Perelli, il migliore in campo, regala al Fregene la qualificazione spiazzando il portiere nerazzurro: Fregene avanti, Civitavecchia fuori.