Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Frosinone da urlo con l'Avellino. Roma, la legge dell'ex costa caro

Straripanti i ragazzi di Sesena. Buona la prima per il Latina di Pelucchini e torna a sorridere la Lazio. Primo stop dell'anno per i giallorossi



Nona giornata per gli Allievi Nazionali all'insegna del riscatto. Frosinone, Latina e Lazio tornano tutte a sorridere con la sola Roma che invece cade contro il Pescara per mano dell'ex Scimia.

Frosinone esagerato contro l'AvellinoChi sale Straripante il Frosinone di Sesena che, contro l'Avellino, centra un tennistico 7-0. Vittoria importante perchè arrivata dopo il recente ko contro il Pescara. I gialloblu, com'è evidente già solo guardando il risultato, hanno dominato una gara praticamente mai in bilico. Devastante la prestazione degli attaccanti gialloblu dove spicca il solito Palmieri, ma occhio anche ad un De Cicco autore di due assist. Se questo Frosinone cominciasse a far punti anche in trasferta allora sì che potremmo parlare di una vera e propria mina vagante. Da applausi la prova anche della Lazio. L'undici di Santoni torna a sorridere dopo la sconfitta di Cagliari e lo fa in grande stile. A convincere soprattutto l'ex Futbolclub Rezzi che, oltre ai due gol, ha saputo farsi apprezzare sia in fase offensiva che di interdizione sacrificandosi anche, in alcune fasi della gara, come interno di centrocampo. Buona la prova anche dei due attaccanti visto che, se Ferrini si è distinto nel ruolo di assistman, anche Fontana è entrato bene in partita finendo sul tabellino dei marcatori. I due attaccanti possono davvero far cambiare passo ai biancocelesti che hanno bisogno di uomo costante in zona gol. Buona la prima per Pelucchini. Il nuovo allenatore del Latina, ex secondo di Chiappini ora in prima squadra come assistente tecnico di Mario Somma, centra la vittoria all'esordio. Un successo importante soprattuto perchè arrivato dalla panchina. La scelta di far entrare Beccaceci si è infatti rivelata vincente ai fini del risultato. Vedremo ora come il tecnico se la caverà in due trasferte infernali come Palermo e Roma.

Chi scende Domenica è arrivata la prima sconfitta della gestione Toti. Ko fisiologico all'interno di un campionato visto che, sebbene non siano arrivati i te punti, la Roma ha comunque dato tutto quello che aveva per agguantare un pareggio che non è arrivato esclusivamente grazie all'ottima prova del Pescara. Da rivedere l'approccio al match dei giallorossi che, nella prima parte di gara, sono scesi in campo con leggerezza. Costano infatti caro le leggerezze del reparto arretrato dove Kastrati è incappato nella classica giornata no. Toti ha giocato tutte le carte a sua disposizione, chiudendo con addirittura cinque attaccanti in campo ma non è bastato. Sorridono così l'ex Scimia, che al gol non ha davvero fatto nulla per nascondere la propria voglia di rivalsa sulla squadra che in estate lo aveva scaricato, e il portiere Morelli. L'estremo difensore si era infatti già visto dalle parti di Trigoria durante una prova che però non ha convinto i giallorossi. Chissà se, in occasione del miracolo fatto su Brignola, ci sia stato qualche rimpianto tra i capitolini.

L'uragano di Conocal, Nicola PalmieriProtagonisti Applausi a scena aperta per Nicola Palmieri che, questo fine settimana, ha letteralmente spazzato via l'Avellino. L'uragano di Conocal (rione del napoletano in cui è cresciuto, ndr) si è abbattuto sugli irpini senza pietà siglando ben quattro gol, conditi poi anche da due pali. Da incorniciare la prima rete arrivata addirittura in rovesciata. Il gialloblu è arrivato così a quota dieci diventando l'attaccante più prolifico in tutti i gironi degli Allievi Nazionali. Praticamente perfetto anche il weekend di Simone Beccaceci. L'attaccante, entrato nella ripresa, ha trascinato alla vittoria il Latina con una doppietta che ha steso la Virtus Lanciano. Mister Pelucchini ringrazia per l'esordio vincente. A chiudere il quadro dei protagonisti di giornata ci pensa il laziale Edoardo Rezzi. L'ex Futbolclub, si sta inserendo con sempre maggiore efficacia nello scacchiere tattico di Santoni che ora pare proprio non poterne più fare a meno. Due gol e tanto sacrificio ne hanno fatto il vero e proprio trascinatore della Lazio nella vittoria contro il Como.