Notizie

Frosinone e Roma vincono ancora: sabato c'è il big match...

I ciociari e i giallorossi battono Bari e Latina e si preparano per la grande sfida della prossima giornata che li vedrà a confronto. Sorride anche la Lazio contro il Napoli



Tre punti per la Roma: vittoria in casa del Latina ©Laura Del GobboAlla fine sorprese non ce ne sono state. La Roma ha sconfitto il Latina, il Frosinone si è imposto senza problemi contro il Bari e la Lazio ha vinto, seppur con il brivido, in casa contro un Napoli che continua a deludere. Un’altra giornata è andata in archivio ma il bello deve ancora venire…  

La Roma ringrazia Machin L’avevamo detto: i giallorossi nell’ultimo periodo hanno lasciato perdere la spettacolarità, lasciando spazio al cinismo. Così è stato anche sabato nel derby contro il Latina: un gol fatto, zero subiti. Ha decidere la gara in casa dei nerazzurri è stato il centrocampista spagnolo classe ’96 Josè Machin, alla prima rete stagionale con la maglia della Roma. Un centro pesantissimo che ha permesso alla squadra di De Rossi di rimanere in scia di Frosinone e Empoli che non sembrano perdere più un colpo. Sabato a Trigoria ci sarà una partita da molti definita la più attesa della stagione: al Di Bartolomei arriva infatti lo stesso Frosinone dell’ex giallorosso Federico Coppitelli, gara non solo emozionante ma anche decisiva visto che si giocherà il titolo di campione d’Inverno. Il Latina forse avrebbe meritato qualcosa di più, vista anche l’emergenza in difesa dovuta dalle squalifiche di Rescigno e Draghici. La sconfitta ha riportato i pontini nelle parti basse dalla classifica ma dopo la gara contro i giallorossi gli elementi da salvare sono molti: in molti frangenti della partita la squadra di Marco Ghirotto è riuscita infatti a giocarsela faccia a faccia contro i capitolini.  

Il Frosinone sa solo vincere
Che non è più una sorpresa l’abbiamo già detto troppe volte, adesso però è arrivata la resa dei conti. I ciociari battono anche il Bari inanellando la quarta vittoria consecutiva e avvertono la Roma, preparandosi a sbarcare da primi in classifica a Trigoria. I canarini fanno non poca paura: giocano a memoria e gli uomini chiave non perdono più un colpo. Volpe è andato ancora una volta a segno, De Santis e Trillò continuano a macinare chilometri su chilometri da settembre senza avere intenzione di fermarsi. Ne abbiamo solo citati tre, solo simbolicamente, emblema di una squadra che gioca a memoria e non sembra intenzionata a rallentare e che sabato arriverà a Trigoria al massimo della forma. Lo spettacolo è assicurato.

Lazio, vittoria d’orgoglio Anche i biancocelesti hanno vissuto una giornata più che positiva riuscendo ad avere la meglio di un Napoli ancora troppo deludente rispetto agli standard a cui ci aveva abituato. A risolvere la partita ci ha pensato Manoni, un gol meritato per il jolly della squadra di Simone Inzaghi, il migliore dei suoi e il più continuo dall’inizio della stagione. Un calciatore ormai imprescindibile per il tecnico. Vincere con una rete nei minuti di recupero, oltre che tre punti, può regalare una carica emotiva per una Lazio che quest’anno è ancora la ricerca di se stessa. Quasi arrivati al giro di boa però, il raggiungimento dei play off è tutt’altro che un sogno.