Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Frosinone, Marsella si gode i suoi ragazzi: "Sono stati grandi, continuiamo così"

Il tecnico gialloblu parla ai nostri microfoni il giorno dopo la grande vittoria contro la Lazio dei suoi Allievi: "Ora sarà importante tenere i piedi per terra ma stiamo crescendo molto"



Luigi MarsellaIlgiorno dopo una vittoria ha sempre quel sapore dolce e tutto ti sembra piùbello. Provare per credere: lo abbiamo chiesto a mister Luigi Marsella, che iericon i suoi Allievi del Frosinone è andato a prendere tre punti in casa dellaLazio e non nasconde ancora l’enorme soddisfazione per un successo che sa d’impresa

Mister, il suo Frosinone ha battuto la Lazio e l’hafatto meritatamente.
“I miei ragazzi sono stati grandi ed hanno interpretato i dettami tattici chegli avevo illustrato prima della partita aggiungendo che se volevamoconquistarci la ‘prima pagina’ avremmo dovuto portarci a casa la vittoria ecosì è stato. Ieri abbiamo giocato una partita un po’ diversa: abbiamo concessopoco alla Lazio senza però fare barricate e i miei giocatori sono statiperfetti in ogni singola situazione”

Un successo importante anche in chiave emotiva. Leavversarie devono iniziare a preoccuparsi?
"È chiaro che non abbiamo fatto nulla, è ancora prestoper esaltarci. Ovviamente però è una vittoria che fa morale, fa gruppo eaumenta l’autostima. Tutti si chiederanno: ‘è stato un caso?’ Ora ci vedranno pensoche ci vedranno diversamente… Il Frosinone i valori ce l’ha. Non siamo la Romae la Lazio, ma siamo una società che si può giocare bene le sue chances."  

Con la vittoria diieri, avete racimolato 7 punti in sei giornate. Classifica bugiarda?
“Ad essere sincero, per quanto fatto vedere fino ad ora avremmo meritatoqualcosa di più ma alla fine purtroppo è il risultato che conta. A nostradiscolpa c’è il fatto che abbiamo iniziato in ritardo la preparazione ma stiamocrescendo e si cominciano a vedere anche i primi frutti.”

Quindi qual è il primo obiettivo del Frosinone diLuigi Marsella in questa stagione?
"Sempre quello di far crescere i nostri ragazzi e nonquello di dare fastidio alle grandi. Ho però a disposizione una rosa importantee non riesco a fare a meno di pensare al sogno finali. Sono abituato così. Noicomunque voliamo bassi, continueremo a lavorare con umiltà e, così comesuccesso ieri, sono convinto che riusciremo a toglierci qualche soddisfazione".