Notizie

Fusione Rieti - Lupa Castelli? Difficile, non impossibile...

Le due società potrebbero unirsi in un'unica realtà, portando il club amarantoceleste in Lega Pro



Lo stadio "Manlio Scopigno"Un'idea che ha preso forma, difficile, ma non impossibile. L'ostacolo più grande? Il tempo. La notizia di una possibile fusione tra Rieti e Lupa Castelli Romani, lanciata da alcuni organi di stampa, non è una boutade. E' noto che il presidente in pectore e amministratore delegato della Lupa Castelli, neo promossa in Lega Pro, Pietro Rosato, sta cercando un impianto dove portare la squadra e, dopo il mancato accordo per approdare ad Isola del Liri, lo “Scopigno” di Rieti potrebbe essere la piazza ideale. Tra l'altro la note vicende giudiziarie che hanno riguardato l'ex presidente Alessandro Virzì, hanno complicato decisamente i piani della società. Portare il professionismo in una piazza così importante potrebbe giovare, ma ci sarebbero dei problemi alla recinzione esterna che impedirebbero l'approdo nel professionismo. Inutile dire che i lavori di regolarizzazione avrebbero un costo decisamente elevato. La pazza idea è quella di unire le forze, fondendo Lupa Castelli e Rieti in un'unica realtà. Pur non essendo piazze limitrofe, la fusione è possibile, perché è presente una postilla “salvo casi eccezionali” a cui i due club farebbero appello (come recitano le Noif all'articolo 20, punto 7, lettera e "In ambito professionistico tutte le società interessate alla fusione, ovvero alla scissione o al conferimento devono avere sede, salvo casi di assoluta eccezionalità, nello stesso Comune o in Comuni confinanti"). Secondo indiscrezioni, se la trattativa andasse in porto la denominazione sarebbe “Rieti 1936”. I tempi sono strettissimi, ma si sta lavorando. A confermarlo è il dg Andrea Fedeli, che ha parlato ai colleghi di amarantoceleste.it: “Ci sono buone possibilità che il prossimo anno Rieti faccia la Lega Pro. In fondo quando da ambo le parti c'è la volontà di fare è più facile trovare un accordo. E' chiaro, i tempi sono strettissimi, ma siamo molto allettati e fiduciosi". E, anche se l'accordo non dovesse andare in porto nell'immediato, ma la Lupa trovasse nello “Scopigno” l'impianto per la prossima stagione, non è detto che questa unione possa riproporsi per il campionato 2016/2017.