Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi - Allievi

Futbolclub - Savio: domani si scrive la storia!

Gli orange sfideranno l'Alzano Cene (vecchia conoscenza della Perconti), il Savio "ritrova" il Tau Altopascio a distanza di tre anni



Chi immaginava il Lazio in finale scudetto con Allievi e Giovanissimi alzi la mano. Ok, qualcuno lo avrà detto, qualcuno lo avrà pensato, ma noi scommettiamo che nessuno avrebbe mai immaginato una doppia finale così. Schiacciante, netta, per certi versi disarmante. Nei due scontri decisivi, e sottolineiamo decisivi, vedi il Futbolclub vincere 4-0 contro il Giorgione, vedi il Savio battere l’Atletico Torino 6-0 e pensi: ma da quale pianeta veniamo?  

Il Savio si giocherà lo scudetto contro il Tau Altopascio ©photosportroma.itSavio dei sogni. Ieri i blues hanno staccato il pass per la finalissima scudetto contro l’Atletico Torino e abbiamo parlato di destino. Quel rigore sbagliato dai piemontesi e quel gol sul ribaltamento di fronte non può essere un caso. Sembra fatto apposta e sapete perché? Perché poi guarda l’altra finalista e leggi “Tau Altpopascio”, squadra toscana che il 27 Giugno 2012 si è laureata campione d’Italia negli Allievi battendo proprio i blues, a quel tempo allenati da Belardo, per 3-1. A distanza di tre anni è tornato l’incubo del passato ma, si sa, gli incubi vanno affrontati, le paure vanno superate e allora, caro Savio, questo momento è arrivato. Vendicare quel 27 Giugno e ottenere il primo scudetto Giovanissimi nella storia del club. Si può fare, lo puoi fare e lo hai dimostrato ieri superando l’Atletico Torino con una facilità impressionante. Servirà la massima attenzione di tutti: Kalaj, Troiano, Scartocci, D’Angeli, Alfonsetti, Mancini, Fontana, insomma, questa squadra mai come quest’anno sembra completa in tutti i reparti. In più con l’apporto di un allenatore, anzi di un vero e proprio insegnante di sport, come Eros Guglielmo tutto sembra possibile. Coraggio, Savio, coraggio. Guarda il tuo nemico dritto negli occhi, non abbassare lo sguardo e fai quello per cui sei nato: vinci!

Scoglio Alzano Cene per il Futbolclub ©photosportroma.itFutbol, testa e cuore. Gli orange di Baronio domani saranno i primi a scendere in campo a Cortona (ore 16.30) e se la vedranno con l’Alzano Cene, compagine bergamasca che, dopo aver perso la finale juniores qualche settimana fa proprio con la Vigor Perconti, cercherà il riscatto con gli Allievi. La squadra di mister Giorgio Gatti si è comportata benissimo in questa fase finale: nel match d’esordio alle Final Six ha ottenuto i primi tre punti contro l’Athena (5-0) e ha chiuso il girone a punteggio pieno dopo la vittoria di ieri contro il River Casale 65 (0-1). Sei gol fatti e nessuna rete subìta, media molto simile a quella degli orange che in questa corsa scudetto ha mantenuto la propria porta inviolata segnando un gol in meno rispetto ai bergamaschi. Numeri per gli appassionati e che, francamente, lasciano il tempo che trovano, visto che la storia di questo torneo ci ha insegnato che ogni partita può riservare delle sorprese e i valori in campo spesso smentiscono anche un percorso fatto unicamente di vittorie. Noi però conosciamo il Futbolclub e siamo convinti che la missione è realizzabile: con la classe di Bernardi, l’intelligenza di Sconciaforni, la sicurezza difensiva di Siciliano e soprattutto con un grande allenatore come Roberto Baronio questo scudetto potrebbe diventare non più un semplice sogno.