Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Futsal Isola, Angelini:"La nostra partenza è tutta in salita"

Inizio da brividi per la compagine aeroportuale, ma il tecnico ha già pronte le prime mosse da fare "Dovremo rivedere tutta la preparazione ed essere subito brillanti"



AngeliniAugusta, Catanzaro, Olimpus, Matera e Policoro. Una partenza così, tutta in salita, nemmeno a pescarla con il lanternino. Cinque scontri da cardiopalma, subito una dietro l’altra le Cinque pretendenti al campionato. Il calendario della prossima serie A2 è pronto. Si inizierà da dove s’era lasciato. Tre ottobre, PalaToLive: arriva quell’Augusta che a maggio strappò il sogno finale ai supplementari. Una settimana dopo si vola a Catanzaro, la squadra regina di questo mercato. Poi il derby con l’Olimpus. Matera, Partenope, Sammichele, Salinis, Cisternino, Catania, Policoro, Bisceglie il resto del menù. Mica male. Tre ottobre la partenza, due aprile l’ultima di campionato. Ventidue partite tutte d’un fiato. Un mese e mezzo alla partenza. L’adrenalina è già a duemila. 


Mister Angelini “Il calendario? Sarà una partenza tutta in salita. Nelle prime cinque giornate troveremo cinque formazioni che sono sicuro lotteranno fino alla fine per la prima posizione in campionato. Dovremo rivedere tutta la preparazione ed essere subito brillanti. Non poter giocare al PalaFersini per noi sarà un handicap enorme. Per motivi di logistica saremo costretti ad allenarci tutta la settimana a Fiumicino su una superfice in gomma con dimensioni 33 per 19 e poi giocare il sabato a Roma su parquet con dimensioni 40 per 20. Non avremo mai il fattore campo a sostegno quest’anno. Il campionato? Sarà molto interessante. Ci sono cinque squadre che hanno fatto benissimo nel mercato estivo. Augusta, Catanzaro, Olimpus, Matera e Policoro hanno tutte le carte in regola per vincere. La Futsal Isola? Sono felice che qualcuno la metta tra le papabili, significa che lo scorso anno abbiamo ben figurato. Ripetersi però è sempre molto complicato. Sarà dura, dovremo affrontare tanti problemi. Proveremo a camminare senza guardare le altre, concentrandoci solo su noi stessi poi tireremo le somme”