Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Gaeta, preso Pasquale Maisto. Fanelli confermato

La società pontina si assicura l'attaccante esterno classe 1993, Resta in biancorosso anche il fantasista



Al centro Pasquale MaistoPer il Gaeta è tutta una questione di cuore, di passione, di amore. Ed è così che l’imminente riapertura del Riciniello (prevista per fine settembre) si mescola al sentimento che da sempre lega la gente biancorossa alla sua squadra, quella la cui gloriosa storia ebbe inizio nel lontano 1931. Ed il ritorno a casa dopo tre anni di peripezie significherà soprattutto per sportivi e tifosi il poter riabbracciare i propri beniamini. Proprio perché…”il vero amore non finisce mai” così come è stata intitolata la campagna 2015-2016, che prenderà il via nei prossimi giorni e che poi ufficialmente verrà presentata, un progetto che vede in prima fila ovviamente la Polisportiva Gaeta ma anche il Comune, con il sindaco Mitrano impegnato fortemente a sostenere l’iniziativa. Per quanto riguarda esclusivamente il discorso tecnico, la società ufficializza la permanenza del tecnico Felice Melchionna. Stamane presso l’Agenzia delle Generali Assicurazioni di Formia, partner della Polisportiva Gaeta, nell’apposita stanza riservata alla società gaetana, è arrivata l’importante ed attesa firma di Fabio Fanelli, fantasista ed assist man ma anche realizzatore, sicuramente tra i calciatori più quotati della categoria. Si tratta di un punto di partenza davvero importante. E dopo la firma di Fanelli è arrivata anche quella di Pasquale Maisto, attaccante esterno classe 1993, cresciuto nelle giovanili di Frosinone e Genoa, per poi passare alla Fidelis Andria, quindi 2013-2014 al Mariano Keller in D e nella seconda parte allo Sporting Bellinzago, in Eccellenza piemontese, con cui ha vinto il campionato. Lo scorso anno è stato in forza al Vasto Marina. Per le varie operazioni di mercato la società  si sta avvalendo della collaborazione e consulenza dell’agente Fifa Gianfranco Cicchetti. “Ho sposato nuovamente questi colori perché ormai li ho nel cuore – ha spiegato Fanelli- e poi mi piace continuare a lavorare con mister Melchionna, il che significa anche fare bel calcio e divertire, cose rare in Eccellenza. E poi non vedo l’ora di giocare al nuovo Riciniello”. Di poche parole il presidente Belalba, visibilmente soddisfatto “Chi mi conosce sa che sono per il lavoro e contemporaneamente il silenzio, scrivete quindi pure che sono un tipo pragmatico che ama lavorare silenziosamente. La prossima settimana?  Sarà molto bella, speriamo non soltanto dal punto di vista metereologico.”