Notizie
Categorie: Altri sport

Gianluca Mariani, tecnico della squadra di D della Borghesiana, fa il punto sulle sue giocatrici

Quando il roster sarà completo inizierà anche un ciclo di amichevoli



"Le ragazze stanno meglio di come pensavo". Non nasconde la propria soddisfazione il tecnico della serie D femminile della Polisportiva Borghesiana, Gianluca Mariani, parlando dello stato di forma delle sue atlete in questi primi giorni di preparazione. «D’altronde molte si sono allenate con noi fino a fino luglio e abbiamo ripreso dal 25 agosto – rimarca l’allenatore -, anche per questo ho trovato il gruppo in uno stato fisico brillante". Al di là della condizione atletica, Mariani traccia un quadro della nuova serie D che sta nascendo. "Siamo neopromosse e affronteremo questo campionato con la base del gruppo che ha vinto il campionato di Seconda divisione nella scorsa stagione – osserva il coach -. Alcune di queste ragazze hanno già giocato in serie D, ma essendo ancora molto giovani lo hanno fatto non da protagoniste assolute. Dunque l’incognita maggiore è proprio legata alla loro età e alla difficoltà della nuova categoria: incontreremo avversari esperti e squadre blasonate come Labico, Frosinone, Volley Friends e Divino Amore che secondo l’attuale calendario provvisorio sarà il nostro primo avversario il prossimo 19 ottobre". Il “problema” dell’inesperienza può essere aggirato solo in un modo. "Giocando ci si allena ad affrontare determinate situazioni – spiega Mariani – e soprattutto capendo gli eventuali errori commessi. Una brava atleta deve ripartire proprio dalla comprensione di quelli per fare meglio nella gara successiva". La Polisportiva Borghesiana sta ancora definendo l’organico che verrà affidato a coach Mariani. "Alla fine della settimana la rosa sarà ufficializzata: anche per questo non abbiamo preso amichevoli finora. Le faremo solo dopo che il gruppo sarà stato ultimato anche perché il tempo per prepararsi non manca». Il gruppo maggiore della squadra capitolina parte con un chiaro obiettivo. «Salvarsi, ma non solo: vogliamo farlo – spiega Mariani – con merito e collezionando un bagaglio di esperienza che può rimanere anche per le stagioni successive".