Notizie
Categorie: Giovanili

Giardinetti: una grande festa per una grande famiglia!

Il club biancorosso ha inaugurato la nuova stagione in grande stile: sfilata delle squadre presso il City Dream seguito da cena al centro sportivo e triangolare tra genitori, allenatori e giocatori. Il presidente Ranieri: "Abbiamo un progetto ambizioso"



Tutte le squadre all'interno della discoteca City Dream ©PhotoSportRoma.itSe ogni volta che si segue un avvenimento sportivo si vivessero queste emozioni, non ci sarebbe più dubbio alcuno che fare il giornalista in questo settore significherebbe fare uno dei lavori più belli della terra. La presentazione in grande stile del Giardinetti ha avuto la forza di riportarci indietro nel tempo, facendoci respirare valori a volte messi in disparte in questi ultimi tempi nel mondo del calcio e facendoci sorridere. Sentire qualche centinaia di persone cantare l'inno della società a squarciagola, innalzare un coro per ogni singolo componente dello staff, tecnico e dirigenziale, che abbia sfilato sul palco (si può tranquillamente parlare di folla in delirio per il balletto del magazziniere Augusto), vedere i giovani e le loro famiglie credere in quello che viene offerto e condividere con gioia il tempo insieme: questo è lo sport. Non è un caso che chiunque abbia preso parola, si sia preoccupato di usare il termine famiglia. Più che di presentazione infatti, sarebbe giusto parlare di una giornata di festa, cominciata con l'appuntamento presso il centro sportivo di via dei Ruderi di Torrenova, proseguita nella splendida cornice della discoteca City Dream, con la sfilata di tutte le squadre biancorosse, e terminata con il triangolare tra giocatori, genitori e allenatori. Accompagnata ovviamente dalla cena per tutti i presenti.

Valore sociale Per questo credere nel progetto del presidente Antonio Ranieri e del suo staff risulta estremamente semplice: “Sono quindici anni che facciamo feste di apertura delle stagioni, ma ogni volta è un'emozione diversa. Quest'anno anche la scelta della location ha fatto si che sia stata ancora più sentita e partecipata rispetto agli altri anni – spiega il numero uno del club capitolino, che poi prosegue - Siamo una società a cui piace fare fatti, molte volte si parla di sociale ma di risultati se ne vedono pochi. Ci piace vivere in simbiosi con tutte le persone che frequentano la nostra società, promuovendo iniziative che coinvolgano il più possibile gli associati. Speriamo di aver fatto presa sui genitori e le famiglie perché vogliamo essere un qualcosa di diverso all'interno del panorama calcistico che ci circonda, troppo spesso concentrato sul business”

L'aspetto tecnico L'ambizione non manca anche in termini di risultati sportivi, come precisa il presidente: “L'aspetto tecnico è sicuramente una priorità; è nostro dovere offrire un servizio adeguato a chi ha l'aspirazione di veder migliorare il proprio figlio all'interno di una struttura calcistica. Lo staff è stato potenziato, abbiamo inserito il terzo allenamento anche per i Pulcini, cosa che fanno in pochissimi. L'obiettivo è far migliorare i ragazzi a livello tecnico, anche grazie al supporto di due professori di educazione motoria”. Puntando l'attenzione sull'agonistica: “L'anno scorso siamo retrocessi con i Giovanissimi Elite, senza però perdere sul campo – puntualizza Ranieri – Per questa stagione abbiamo allestito, a nostro parere, degli organici all'altezza di poter lottare per i vertici dei campionati, dal primo anno di agonistica alla prima squadra. Attendiamo il responso del campo sperando che ci dia ragione”

Voglia di crescere Un progetto che punta ad espandersi ulteriormente, anche grazie all'ampliamento della struttura voluto dal club: “Vogliamo creare un vero e proprio polo sportivo per diventare un centro di spicco nel VI Municipio e a Roma”. Ambizioni societarie e calcistiche, ma il vero obiettivo del Giardinetti: “è distinguersi, e far si che tutti i nostro tesserati vivano la società come un punto di riferimento. Vorrei che raggiungessimo tutti i traguardi che ci siamo prefissi in ogni settore, e se questo venisse accompagnato da risultati sportivi, allora mi potrei ritenere soddisfatto. Certo le problematiche si presenteranno, però lavorando tutti insieme sono sicuro che ci toglieremo parecchie soddisfazioni.” E se l'entusiasmo è quello visto alla presentazione, c'è da scommettere che il Giardinetti porterà a compimento il suo cammino.