Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

Giovanissimi Nazionali: colpo della Lazio, vittoria di rigore contro il Frosinone

Il penalty di Merluzzi nella prima frazione decide il faccia a faccia tra le formazioni di Siviglia e Trimani



MARCATORI Merluzzi 34’pt rig.

FROSINONE Luciani 6, Sciretta 6.5, Zegarelli 6 (17’st Evangelista 6, 35’st Bono sv), De Cicco 6, Tomai 6.5, Adamo 6, Bisogno 6, Pietrobono 6, Dosa 6.5, Verde 6 (17’st Cancelli 6), Piccione 6.5 (26’st Pantano 6) PANCHINA Iannucci, Capodanno, Orazi ALLENATORE Trimani 

LAZIO Basile 6, De Persis 6.5 (31’st Pace sv), Pellacani 6 (26’st Corsetti sv), Paglia 6 (35’st Jemielity sv), Giorgi 6.5, Marafini 6.5, Alessandroni 6.5, Carbonelli 6, Merluzzi 7 (13’st Gargano 6.5), Frattesi (8’st Angelini 6.5), Saraceno (20’st Vio 6, 35’st Milani sv) PANCHINA Sanfilippo, Frosini ALLENATORE Siviglia

ARBITRO Grossi di Cassino, 6.5

NOTE Ammonito Gargano Angoli 3-2. Rec. 1’pt-4’st


Image titleTrasferta vittoriosa per la Lazio di Siviglia che, alla “Selvotta” di Supino, batte il Frosinone grazie a un calcio di rigore trasformato da Merluzzi, al termine di una partita affrontata a viso aperto da entrambe le squadre e sostanzialmente equilibrata. Lazio pericolosa al 3’ con un colpo di testa di Pellacani su cross di De Persis. Al 6’ occasionissima per i canarini: lancio di Sciretta in profondità per Piccione che, supera un suo diretto avversario e impegna severamente Basile. Al 14’ sono ancora i ciociari a rendersi pericolosi con un colpo di testa di Sciretta su punizione di Pietrobono. Al 28’ è nuovamente il Frosinone ad affacciarsi verso la porta avversaria con un conclusione di Dosa che termina sul fondo. Quattro minuti più tardi lo stesso Dosa viene servito dalla destra da Pietrobono ma l’attaccante canarino manca l’appoggio e l’azione sfuma. Al 34’ la Lazio passa in vantaggio: lancio in profondità per Merluzzi atterrato in area da Zagarelli; per l’arbitro non ci sono dubbi è calcio di rigore; s’incarica della battuta lo stesso Merluzzi che batte Luciani. Nella ripresa ci prova subito il Frosinone dopo due minuti di gioco con De Cicco, ma il pallone si perde a lato. Al 5’ risponde la Lazio: cross di Merluzzi dalla destra e rovesciata di Saraceno che termina alta. Al 14’ biancazzurri ancora pericolosi con De Persis che manca l’appoggio sotto porta dopo una conclusione di Saraceno. Con il trascorrere dei minuti cresce la pressione dei canarini che spostano il baricentro in avanti cercando il pari. Al 32’ ci prova Dosa su punizione, la sfera si abbassa all’ultimo momento ma finisce alta. Nel finale i padroni di casa cercano in tutti i modi di pareggiare i conti, ma la retroguardia della Lazio, disegnata da Siviglia a mo’ di fortino, blocca i tentativi ciociari. Dopo quattro minuti di recupero, l’arbitro dice che può bastare e manda le due squadre negli spogliatoi. Ottimo risultato per i biancazzurri di Siviglia che conquistano tre punti preziosi per il campionato, portandosi a due lunghezze dalla Roma vincente a Teramo. Qualcosa da rivedere per i canarini di Trimani che, nonostante la sconfitta, hanno dato prova di essere un gruppo compatto e qualitativamente valido.