Notizie

Giovedì sera in Campidoglio è andata in scena la "sfilata" del giovane talento italiano: moda, sport e danza sotto l'insegna di TA.G

Stilisti, ballerini e sportivi hanno portato sotto il Marco Aurelio il loro carico di idee e voglia di stupire



Un momento della sfilata di Silvia BuriganaMichela Archibugi e Gianmarco Funari per la moda, la Ginnastica Flaminio e la Volleyrò Casal de' Pazzi per lo sport e la NLD (Nuovo Laboratorio Danza) per la danza. Sono questi i giovani talenti del 2014 secondo TA.G, la manifestazione delle giovani eccellenze italiane. Una serata davvero piacevole quella vissuta sotto il Marco Aurelio giovedì nella Capitale, tra eleganza, energia, sport e solidarietà. Un'edizione fortunata che segue quella precedente e quindi, dato il riscontro, crediamo verrà riproposta ancora nella prossima fine estate romana. 

 

La serata Il concorso strutturato come un vero e proprio talent show, con giurie ad hoc create per l'occasione: da Kledi Kadiu a Valentina Vezzali passando per Chiara Boni e Stefano Dominella, in piazza del Campidoglio si sono incontrati otto stilisti emergenti, otto rappresentanze sportive ad essi collegate ed otto gruppi di danza affiliati al CAD (Coordinamento Associazioni Danza), vere e proprie scuole che hanno fatto vibrare il pavimento. La giuria era chiamata a votare ogni singola esibizione e, ai vincitori,è stata assegnata una borsa di studio con l'aggiunta per i due uno stage formativo retribuito della durata di 3 mesi presso la Maison di Raffaella Curiel. Dopo la sfilata di Marco Marra, fuori concorso (ha partecipato all'edizione 2013), è iniziato il contest. Capi, modelle, discipline ed acrobazie sono state intervallate dalla solidarietà. TA.g 2014 ha infatti legato il suo nome all'Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) attraverso la stilista di origine maliana Pinda Kida, che ha proposto una sua linea d'abbigliamento il cui ricavato, messo all'asta, verrà devoluto interamente all'Aism. Tanti i campioni sportivi celebrati in passerella: tra tutti il CT del nazionale Sandro Campagna per la Valentina Vezzalipallanuoto, e Valentina Vezzali per la scherma e le giovanissime farfalle campionesse d’Italia di ritmica d’insieme Valeria Pomponi, Camilla Cavaliere, Giorgia Pepe, Martina Musa e Ginevra Locatelli. Grande l’emozione per il volley: l’evento di Piazza del Campidoglio ha visto infatti la partecipazione straordinaria dell’intera squadra nazionale di pallavolo femminile, L'Italvolley e Sandro Campagnaaccompagnata dal ct Marco Bonitta. Il tecnico dell'Italdonne ha sottolineato, in tono scherzoso rispetto al collega del settebello, come nella sua squadra abbia esordito una classe '96, mentre lui abbia fatta giocare “dal '90 al '95”. Età e concetti tutti volti al ricordare e rafforzare l'idea di una gioventù italiana intraprendente e volenterosa, che ha voglia di rischiare e mettersi in gioco (sul campo, ma in questo caso non solo). Perché, indipendentemente dalla scelta sulla propria carriera, moda, sport, danza, chi si è esibito giovedì sera ha fatto vedere che ci sono tante idee. Giovani gli stilisti, giovani i coreografi ed i ballerini, giovani gli sportivi. Un punto fermo dal quale muovere i prossimi passi, per non avere la paura di rimaner fermi, o peggio, di tornare indietro.