Notizie

Girone A: tra conferme, risposte e sorprese

Savio e Tor di Quinto reagiscono, le "provinciali" sorprendono. Volano Accademia e Urbetevere, l'Ostiamare fatica



Anche la seconda giornata di campionato è andata in archivio e le risposte che ci aspettavamo alla vigilia di questo weekend sono arrivate soltanto da due squadre: il Savio e il Tor di Quinto. Entrambe le compagini dopo lo scialbo pareggio all’esordio hanno ottenuto la prima vittoria di questa stagione e possono permettersi di affrontare con più serenità questa settimana di lavoro in vista della prossima giornata. Convincente anche la prova del Civitavecchia che in queste due giornate si è dimostrata squadra molto ostica e ben organizzata, capace di fermare il Tor di Quinto e di affondare il Città di Fiumicino con un bel poker. Lo stesso discorso si può fare anche per Viterbese Castrense e Ladispoli, vittoriose all’esordio e che in questo secondo match si sono sfidate a suon di emozioni: nessuna delle due si è fatta male e hanno diviso la posta in palio. Però attenzione, le cosiddette “provinciali” (passateci il termine), stanno dimostrando ottime qualità e si potrebbero ritagliare tranquillamente un posto da vere protagoniste in questo campionato. Quindi occhi ben aperti, le sorprese in questa stagione potrebbero essere tante. Accademia Calcio Roma (foto d'archivio)Una delle squadre che ci sta sorprendendo di più in questo avvio è l’Accademia Calcio Roma e soprattutto per un motivo, che abbiamo già ripetuto più volte ma che non si può trascurare. Il gruppo preso da mister Di Claudio viene da un campionato regionale e una partenza in quinta nell’Elite, con due vittorie convincenti su due, non se l’aspettava quasi nessuno. Alla prossima affronteranno il Tor di Quinto e forse sarà il primo vero test match per la squadra di via di Settebagni: non ci resta che aspettare il prossimo weekend per scoprire la reale forza di questo gruppo. Insieme a loro, in testa alla classifica, si trova anche l’Urbetevere di mister Lillo, che in questo senso non ci meraviglia. Ha cominciato da subito a fare il suo dovere: vincere. E farlo su un campo difficile come il Don Calabria, al terzo minuto di recupero, dopo una partita non giocata al massimo, è sicuramente una cosa che dà grande morale. Chiudiamo, invece, con una sorpresa in negativo: l’Ostiamare. Il team di Cesaroni è partito con il freno a mano tirato, portando a casa un solo punto in due match. Con il Rieti è subentrato il fattore sfortuna visto che sarebbe potuta finire diversamente se Pascarella avesse realizzato anche il secondo rigore, però se i biancoviola vogliono lottare per le zone di vertice devono assolutamente cambiare marcia. E c’è bisogno di farlo subito, già dalla prossima giornata, altrimenti la locomotiva di testa potrebbe cominciare a staccarsi dagli altri vagoni.