Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Girone A: Urbetevere, ritorno al futuro?

La formazione di via della Pisana concorrerà di nuovo per ritrovare l'Elite: breve, ma travagliata, storia di una categoria a tinte gialloblu



Con l'ormai prossimo inizio del campionato Elite (primo fischio stagionale sabato prossimo), si rischiava di non porre attenzione ad un nome altisonante nella corsa al massimo torneo di categoria che comincerà un po' più tardi. Un nome che con la storia della Juniores ha un rapporto, almeno recente, di amore ed odio. L'Urbetevere, grazie al successo nella passata edizione della Juniores Primavera, giocherà per tornare a competere con le grandissime. Ma non è solo il nome, il blasone, a far risaltare la presenza del club di via della Pisana, lo è ancor di più il tragitto percorso per arrivare dov'è adesso. 


L'Urbe con la coppa Primavera (foto ©fuoriareaweb.it)Benedetta Primavera La storia inizia proprio dall'ultimo capitolo letto: una finale Juniores Primavera. Il regolamento dell'epoca prevedeva il salto in Elite con la vittoria del campionato, ma quella finale andò al Tor di Quinto (2-0 gol di Attili e Ronca ndr) che un posto in Elite lo aveva già e, dunque, fu il club di via della Pisana ad ottenere il premio maggiore, in realtà. Nonostante i gradi di neopromossa, con Davide Guida in panchina, l'Urbetevere si mostrò assoluta protagonista vincendo il suo raggruppamento ed uscendo poi con la Vigor Perconti in semifinale (blaugrana poi sconfitti in finale dalla Tor Tre Teste ndr).  Oltre all'eliminazione dalla corsa al titolo quella gara portò in dote una valanga di squalifiche, pagate a caro prezzo in termini di classifica disciplina. L'Urbetevere venne esclusa dal campionato successivo e aveva solamente la possibilità di ripartire dai Provinciali. L'ipotesi non venne presa in questione e dopo un "anno sabatico" ecco tornare il campionato "Sperimentale" Juniores ha riportare squarci di sereno. Il regolamento, rinnovato rispetto al 2012, prevede però la sola partecipazione ai Regionali, un gradino in più da percorrere.


Il tracciato Un percorso che verrà sviluppato nel raggruppamento centro-nord della categoria. Un gruppo dove nome(foto ©fuoriareaweb.it) e blasone potrebbero non bastare. Di 16, in paradiso ne va una (spesso due, ma è comunque un rischio) ed alcuni campi non promettono nulla di buono. Il Città di Fiumicino, se non dovesse risultare troppo contaminato dalla prima squadra, il Civitavecchia e la Vis Aurelia possono essere delle potenziali candidate a quella che, gioco forza, deve essere insignita con i gradi di favorita. Il mondo dei Regionali è comunque molto difficile da analizzare e sfugge a concetti che, in Elite, sono già più cristallizzati e si riproducono di stagione in stagione. Resta il fatto che per l'Urbetevere c'è di nuovo l'opportunità di tornare, tra un anno, a concorrere per il titolo, perché nonostante le vicissitudini, il blasone sarà importante anche in caso di promozione. Proiezione di un futuro da scrivere, ma che appare una logica conseguenza d'intenti visti i risultati degli ultimi anni in via della Pisana.