Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Girone A: Viterbese, 7ª gemma! Ma le big tengono il passo

La Tor Tre Teste batte l'Accademia, il Savio dilaga ed Ostiamare e Urbetevere si impongono in trasferta



Viterbese, altra vittoria ©Paolo LoriSette. Come i vizi capitali o i Re di Roma. Tante sono le vittorie della Viterbese Castrense in altrettante giornate di campionato. Un avvio di stagione strepitoso, che nessuno nell’ambiente gialloblu si aspettava per una neo promossa, sebbene di fondo ci sia un’accurata programmazione volta al raggiungimento dell’eccellenza in tutte le categorie. Stavolta tocca al Massimina inchinarsi alla compagine di Ciancolini, che resta così in vetta al raggruppamento in solitaria. Ma adesso inizia il difficile per la Viterbese, perché cominceranno gli scontri con le big: Savio alla prossima uscita, Ostiamare a quella dopo, Urbetevere e Tor Tre Teste alla 12a e 13a. Insomma, è probabile che i gialloblu rallenteranno nella loro corsa, oppure chissà, continueranno a stupirci come hanno fatto finora. Intanto la Tor Tre Teste di Alfonsi supera con un tris, abbastanza agevolmente, l’Accademia Calcio Roma nell’incontro più interessante della giornata e si mantiene a due lunghezze dalla capolista; con lo stesso numero di reti, un gradino dietro, l’Ostiamare si conferma in stato di grazia ed espugna il difficile terreno del DLF Civitavecchia, dando un’ulteriore prova di forza. Appaiato ai viola c’è il Savio, la formazione che gioca il miglior calcio del Girone, che dà un assaggio del suo potenziale offensivo schiantando 7-0 a domicilio la Petriana, in crisi nera date le cinque cadute di fila. L’Urbetevere vince secondo pronostico in casa del Montefiascone, mentre l’Aurelio F.A. trionfa al termine di una pazza partita contro la Totti S.S., tra sorpassi, controsorpassi, rigori segnati e sbagliati. Sfida affascinante anche tra Monterotondo e Rieti, che pareggiano a suon di gol con i reatini che sfornano una grande rimonta di carattere; infine l’altra rimonta di giornata, firmata dall’Atletico Fidene ai danni del Ladispoli, con Patrizi che trova il suo primo successo sulla panchina rossoverde.