Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Girone B: comanda il Tor di Quinto, le altre inseguono

La compagine di Schiavi è prima ed imbattuta: subito dietro, a quota 9, ci sono Vigor Perconti e Lodigiani



Tor di Quinto in testa ©Paolo LoriRivedere il Tor di Quinto da solo in vetta alla classifica fa un certo effetto. E’ la sua dimensione, è nel suo dna, ed al campo Roma è arrivata la conferma che la squadra di Schiavi è una delle candidate al successo finale. Il Memorial Bini è stato solo un antipasto: non c’è più la formazione altalenante dell’anno scorso, quest’anno il gruppo è più maturo e cosciente, e la prima posizione è meritata. Male la Romulea invece, che nel pre campionato si era distinta positivamente, ma in quattro partite non è ancora riuscita a vincere. La scusante è che il collettivo amaranto-oro è nuovo, e serve tempo perché si amalgami al meglio: tuttavia serve subito un’inversione di tendenza, altrimenti Torcolini dovrà fare un campionato a rincorrere. Subito dietro troviamo le altre due big del raggruppamento: La Vigor Perconti, dopo lo scivolone all’esordio, ha colmato le lacune ed ha infilato tre successi di fila, l’ultimo di questi è stata la goleada contro il Futbolclub (protagonista assoluto Di Bari con una cinquina realizzata); la Lodigiani invece ha dovuto faticare un po’ di più dei blaugrana, ma alla fine è riuscita a superare di misura il Città di Ciampino, formazione che si sta rivelando un osso duro per tutti. Inseguono a quota 8 punti in graduatoria il Vigili Urbani, che dopo le convincenti ultime due partite frena e pareggia in casa di una Spes Montesacro reduce dall’avvicendamento Bonaventura-Cerreto in panchina, e la Fortitudo Roma, che espugna il Vittiglio condannando il Pro Roma alla seconda resa di fila. Balzo d’orgoglio dell’Atletico 2000, che si aggrappa al suo gioiello Vagnoni e supera la Polisportiva Carso al termine di una partita tutt’altro che esaltante; vince anche il Racing Club contro il San Donato Pontino. In conclusione l’Anagni, che centra la sua prima vittoria in Elite con una prova di forza in casa del Ceprano: non una prestazione da niente quella dei ragazzi di Falamesca, che centrano il massimo sforzo su un campo difficile e iniziano la loro scalata in campionato.