Notizie
Categorie: Altri sport

Gli Angels di Grottaferrata ospitano bambini delle case-famiglia

Il club criptense mette in atto una grande azione di sociale



Image titleIl rugby solidale. Questo è il principio fondante che ha mosso la nascita e i primi passi degli Angels Usag (Unione Sportiva Arlecchini Gladiators), un progetto targato Federleague e finalizzato ad avere una squadra seniores di rugby a 13, partendo da una base (già esistente) composta dalle categorie dall’under 6 all’under 12 con i giovanissimi atleti impegnati con entrambi i codici del rugby (XIII e XV). Già in partenza la società di stanza a Grottaferrata, cara al direttore generale Vincenzo Di Fonzo e alla responsabile tecnica Valeria Monacelli, aveva letteralmente abbattuto i costi di iscrizione (la quota annuale va dai 75 euro l'anno per il baby rugby ai 150 euro per i bambini dai 6 ai 12) e ora da qualche giorno la società criptense ha iniziato ad ospitare alcuni bambini di tre case famiglia del territorio tra cui quella delle “Suore carmelitane” di Rocca di Papa. «Per il momento – spiega la Monacelli - abbiamo un gruppo di otto bambini provenienti da queste strutture e la società ha garantito loro di poter svolgere l’attività gratuitamente per tutto l’anno, sostenendone i costi. Ma se c’è qualche azienda o qualche privato cittadino che vuole contribuire, ne saremmo ovviamente felici e potremmo anche allargare il numero dei bambini delle case-famiglia da ospitare. La maggior parte di loro sono orfani o comunque i genitori di alcuni di loro sono stati giudicati inidonei a mantenerli e crescerli. Quando sono qui partecipano attivamente alle attività di tutto il nostro gruppo, si vede che sono felicissimi anche perché sono praticamente tutti alla prima esperienza sportiva della loro vita. Si sono integrati benissimo con gli altri bambini e la nostra società ha instaurato un bel rapporto di collaborazione con le case-famiglia da cui provengono. Per ora gli addetti di queste strutture accompagnano al campo i bambini e poi li riportano alla fine degli allenamenti, ma la nostra volontà è di riuscire a prendere un pulmino che possa fare il giro e facilitare ancor di più la loro partecipazione». Un’iniziativa davvero splendida che è motivo di vanto per una società che sta crescendo a vista d’occhio. «Siamo molto felici – ammette la Monacelli - della partecipazione sempre crescente di nuovi tesserati e soprattutto dei loro genitori che organizzano delle piccole feste praticamente ad ogni allenamento. C’è un bel rapporto di collaborazione anche con i custodi delle due strutture (il campo dei “Rogazionisti” e il “Comunale” di via degli Ulivi, ndr) e con i tecnici della Vivace Grottaferrata».