Notizie

"Gli impavidi ribelli": domani, a Cassino si terrà l'ultimo appuntamento

Sarà la figura del celebre ermetista cristiano a chiudere la meritoria rassegna di conferenze proposta dall’Associazione Archeosofica e fortemente patrocinata dal Comune di Cassino



Image title

La figura Giordano Bruno chiuderà ufficialmente il ciclo di conferenze "Gli Impavidi ribelli nella storia del Cristianesimo", un appuntamento proposto dall’Associazione Archeosofica e fortemente patrocinato dal Comune di Cassino.” A renderlo noto l’assessore alla cultura Danilo Grossi che ha annunciato l’appuntamento “Giordano Bruno, ermetista cristiano” che si terrà sabato 12 dicembre, a partire dalle ore 17.30 presso la Biblioteca Comunale. “Giordano Bruno – ha continuato Grossi – è considerato ancora oggi, a distanza di più di 400 anni dalla sua morte, un personaggio molto controverso. Un’opinione figlia soprattutto dell’accusa di eresia da parte della Chiesa Romana ed allo stesso tempo del pensiero di Bruno per anni rimasto incompreso ed oscuro. Un pensiero per il quale è stato etichettato dalla Chiesa come eretico, da altri come uno stregone o un mago, da altri ancora come adoratore di idoli, poco cristiano se non addirittura protestante. Durante questo incontro si cercherà di chiarire, senza pretendere di definire in modo inequivocabile né di fornire categorie interpretative assolute, come la ‘filosofia’ del pensatore nolano, concretizzatasi in trent’anni di opere e migliaia di pagine scritte, sia stata un pensiero molto complesso e di non facile comprensione dal pubblico del suo tempo. Va considerato, inoltre, che Giordano Bruno è espressione di una tradizione di tipo ermetico-cabalistica, nascosta e pertanto velata da fitti simbolismi, così come fecero i più celebri e fortunati Marsilio Ficino e Pico della Mirandola oltre il cattolicissimo Niccolò Cusano. Argomenti che verranno affrontati, sottolineando il carattere fattivo dei postulati del Nolano e di come essi trattassero di vere e proprie pratiche di tipo ascetico conosciute e insegnate da tutte le dottrine misteriche ed esoteriche del tempo e dei secoli precedenti, che lo portarono a descrivere esperienze per nulla dissimili da quelle descritte ad esempio nelle opere di Santa Teresa d'Avila e San Giovanni della Croce, ovvero in quelle dei grandi esicasti della tradizione cristiana. Come si può capire Giordano Bruno è stato un personaggio scomodo ed allo stesso tempo un grande studioso. L’appuntamento di sabato ci offrirà l’occasione di conoscere meglio Giordano Bruno, cercando di chiarire alcuni aspetti del misterioso pensiero di questo poliedrico e focoso pensatore.”