Notizie

“Gloria”, la nuova Macchina di Santa Rosa è pronta per il primo trasporto

Emozione a Viterbo per un primo, informale appuntamento con la nuova ed imponente costruzione che il prossimo 3 settembre attraverserà la città. Definito intanto il percorso ufficiale per l’edizione 2015 del trasporto



"Gloria", la nuova Macchina di Santa Rosa (© - Facebook)E’ proprio il caso di dirlo: sei giorni fa si sono accesi i riflettori sull’edizione 2015 del Trasporto della Macchina di Santa Rosa, la tradizionale manifestazione in onore della Santa Patrona di Viterbo, che unisce in un garbato e perfetto connubio di devozione e spirito civico gli abitanti del bellissimo capoluogo della Tuscia. Nella serata di sabato scorso infatti uno sfavillio di piccole fiaccole ha simbolicamente illuminato a giorno la nuova opera artistica che è stata costruita per l’occasione e che presto sfilerà nelle principali strade viterbesi: parliamo di “Gloria”, la monumentale macchina interamente progettata da Raffaele Ascenzi in collaborazione con Luigi Vetrani, propone un modello snello e slanciato, fatto a mò di pinnacolo su cui si innestano ogive ed angeli, secondo un preciso gusto artistico ed un motivo ispiratore molto particolare, cioè il reliquiario gotico del cuore di Santa Rosa, conservato nell’omonima basilica cittadina. Un’opera risultata vincitrice di un apposito concorso nel gennaio scorso e che, di qui a pochi giorni, sarà protagonista di una prima uscita pubblica con cui si appresterà ad entrare nella storia della secolare manifestazione tusciana, indubbiamente favorita dalla sua evidente ed indiscutibile bellezza.
Il percorso dell’edizione 2015. E proprio a proposito della prima uscita della Macchina di Santa Rosa, è stato reso noto il percorso con cui essa attraverserà la città di Viterbo il prossimo giovedi 3 settembre. Esso, che si snoderà in circa un chilometro e quattrocento metri, con cinque soste intermedie, partirà da Piazza San Sisto, ossia la piazza che si incontra appena dopo aver varcato Porta Romana. Una volta partita, la macchina effettuerà una prima sosta in Piazza Fontana Grande, mentre la seconda sosta, in piazza del Plebiscito – al cospetto del Palazzo Comunale e alla Prefettura – sarà seguita da un primo giro su sé stessa, quasi a salutare ed onorare i numerosi turisti ed ospiti della serata. La sosta successiva, la terza, si avrà in Piazza delle Erbe e segnerà il compimento della metà percorso: nei pressi della chiesa del Suffragio invece avrà luogo la quarta sosta, al termine della quale verrà affrontata l’angusta Corso Italia, la strada più ardua dell’intero trasporto e che porterà alla quinta sosta, in Piazza Verdi, dove con l’ausilio di corde, i facchini inizieranno a prepararsi al tratto più emozionante, ossia la scalata della irta salita che conduce alla Basilica di Santa Rosa dove, poggiata sui cavalletti, la Macchina si fermerà e resterà esposta per tutte le sere successive e nel corso del settembre viterbese, kermesse in corso tra la fine di agosto ed i primi di ottobre, per la gioia dei numerosissimi cittadini e visitatori.