Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Gol fantasma e fair play: pari tra Fiumicino e Guidonia

Termina senza reti la sfida del Desideri. Pagella salva i tiburtini, l'arbitro i padroni di casa



FIUMICINO Greco 6, D'Auria 6, Orlando 6, Bornino 6.5, Stendardo 7, Ergottino 6, Pischedda sv (10' pt Fiorini 6), De Nicolo 6.5 (35' st De Falco sv), Forcina 6, De Maio 6 (10' st Benedetti 6.5), Bordoni 6 PANCHINA Poggi, Paoliello, Di Giulio, Campoli ALLENATORE Cataldi / Natalini

GUIDONIA Pagella 8, Rausa 6, Oliva 6, Sbraglia 6.5 (38' st Zuffardi sv(, Petrocchi 6.5, Sabatilli 6 (36' st Palermitano sv), Menico 6, Pitocchi 6, Giuliani 6.5, Sacripanti 6 (19' st Catkin 6), De Stefano 6 PANCHINA Rametta, Provaroni, Andreangeli, Rega ALLENATORE Franceschini

ARBITRO Celani di Viterbo 4.5

ASSISTENTI La Gorga e Fainelli di Aprilia

NOTE Ammoniti Sbraglia, De Nicolo, De Stefano, Petrocchi Angoli 3-0 Rec. 2' pt – 6' st


Foto © Fiumicino CalcioDoveva essere la rivincita del playout di maggio, conclusosi con la celebre invasione di campo che costò al Fiumicino la retrocessione, prima del ripescaggio. Non lo è stato. Al Desideri i padroni di casa impattano contro il Guidonia, pur facendo la partita, ma rischiando di perderla nel finale quando Petrocchi segna un gol spettacolare da metà campo, ma la terna arbitrale non lo convalida. Finisce 0-0, con lo spettacolo offerto dagli ultras rossoblu sugli spalti e il fair play dei ventidue in campo durante i 90' di gioco.

Primo tempo con pochissime emozioni. Il più pericoloso è Mirko Forcina, che quando riesce a sfuggire all'attenta marcatura di Sbraglia crea problemi alla retroguardia giallorossa. Il Guidonia si limita a difendere nella propria metà campo e a ripartire. E' nella ripresa che la gara entra nel vivo. Pronti via, De Maio fa gridare al gol con una conclusione dalla distanza che fischia al palo. Il Fiumicino alza i ritmi e Pagella si deve superare per due volte su Fiorini per mantenere la sua porta inviolata. Nel finale gli aeroportuali accusano un po' di stanchezza e lasciano campo alla squadra di Franceschini, che tuttavia non punge. Ultimi minuti incandescenti. Annullati due gol a entrambe le squadre, per fuorigioco. Uno regolare, invece, lo segna Petrocchi del Guidonia con una conclusione da 40 metri che beffa Greco: la palla varca la linea e rimbalza fuori dalla porta, ingannando arbitro e assistenti. Il Guidonia protesta, ma il gol fantasma non viene convalidato. La gara termina qui. Da sottolineare il comportamento esemplare del pubblico di casa e dei calciatori in campo.