Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Goleada del Real Tuscolano: 8-1 al Serpentara

La formazione di mister Marzullo travolge i ragazzi di Mastropietro: tripletta di Grosso e doppietta di Petrocchi



REAL TUSCOLANO - SERPENTARA BELLEGRA OLEVANO 8-1


MARCATORI
7’pt Pepperosa (R), 10’pt e 25’pt Petrocchi (R), 29’pt Pinchiurri (R), 6’st Nasufi (S), 8’st Mancini (rig) (R), 18’st, 26’st e 30’st Grosso (R)

REAL TUSCOLANO Poli, Sirignano, Fedele (1’st Rossi), Rosadini, Botticelli, Bourelly,  Mancini (9’st Grosso), Pepperosa (7’st Polani), Petrocchi (19’st Grieco), Soru, Pinchiurri (7’st Barbaresi). PANCHINA Gagliardi. ALLENATORE Marzullo

SERPENTARA BELLEGRA OLEVANO Cianca, Bracaglia, De Persio (1’st Sterbini), Tranquilli, Nasufi, Mattei, Mastrogiacomo (22’st Quaresima), Milana G, Appodio, Carletti (31’st Coculo), Hoxha.  PANCHINA Milana D. ALLENATORE Mastropietro

ARBITRO Reccia di Roma

Andrea Grosso, autore di una triplettaI Giovanissimi Provinciali del Real Tuscolano passeggiano contro il Serpentara Bellegra Olevano, battuto 8-1 sul terreno di casa. I ragazzi di Marzullo archiviano la pratica nel primo tempo, concluso 4-0, e arrotondano nel secondo dopo l’ingresso in campo di Grosso, autore di una tripletta. Al primo affondo il Real passa: al 7’ Sirignano dalla destra serve al limite dell’area Pepperosa, che ha il tempo di stoppare il pallone, prendere la mira e piazzare la palla sul secondo palo, dove Cianca non può arrivare. Passano tre minuti e Petrocchi comincia a scaldare il motore: la sua rovesciata è spettacolare, così come la risposta del portiere ospite. E’ l’antipasto del gol, che arriva al 19’: apertura illuminata di Pepperosa per Sirignano, che dalla destra ancora una volta mette al centro un pallone tagliato sul quale si avventano Mancini, che sfiora, e Petrocchi, che da pochi passi mette in porta il 2-0. La reazione degli ospiti arriva su calcio punizione: Appodio dal limite scavalca la barriera ma non Poli, che si allunga e respinge, salvando la propria porta. Petrocchi e Mancini si trovano alla meraviglia: al 24’ il primo serve in profondità il secondo, che supera il portiere in uscita ma è costretto a defilarsi troppo per concludere in porta, la palla di ritorno per Petrocchi è precisa, meno la conclusione del numero 9. Per il terzo gol, però, è questione di secondi: Sirignano, già autore degli assist che hanno portato alle prime due reti,  scende sulla destra, salta un paio di uomini, arriva sul fondo e mette al centro col contagiri un pallone che Petrocchi, di testa, deve solo spingere in rete per la sua doppietta personale. Il 4-0 arriva alla mezz’ora: Pepperosa, il cui rendimento nell’ultimo periodo è cresciuto in maniera esponenziale, dopo aver aperto le marcature si trasforma in rifinitore per Pinchiurri, che entra in area e supera senza troppe difficoltà Cianca. Prima della fine del tempo Petrocchi potrebbe segnare ancora ma la sua conclusione, al termine di un’azione personale, si ferma sul palo. In avvio di ripresa gli ospiti trovano il gol della bandiera grazie a Nasufi, bravo e un po’ fortunato a sfruttare un rinvio errato della difesa del Real, che però con il passare dei minuti dilaga. All’8’ Barbaresi, appena entrato, conquista un calcio di rigore, il terzo nelle ultime tre gare, Alessandro Petrocchi, doppietta per luiche Mancini trasforma spiazzando il portiere. Petrocchi al 16’ colpisce un altro palo, prima che abbia inizio il Grosso-show: bella azione in velocità di Barbaresi, palla al numero 9 che serve in profondità Grosso che non ha difficoltà a piazzare il colpo del 6-1. Per il gol del 7-1, il suo secondo personale, l’attaccante deve ringraziare Rossi: l’esterno sinistro, pescato da Rosadini, lascia partire un gran tiro che il portiere non riesce a trattenere; per Grosso è un gioco da ragazzi spingere il pallone in rete. Alla mezz’ora l’attaccante in contropiede fa tripletta, realizza il gol dell’8-1 e si porta a casa il pallone. Nel finale ci prova anche Grieco, che fa tutto bene ma è sfortunato: riceve palla in area, si gira e tira ma non prende la porta. Avrebbe meritato maggiore fortuna.