Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Grande colpo dell'Eretum: preso l'esterno d'attacco ex Monterotondo Luca Fiorucci

Felice della nuova esperienza il calciatore:" Mi ha convinto la grande determinazione della società, l'ottimo gruppo di compagni di squadra sia a livello calcistico che umano"



La presentazione di FiorucciLuca Fiorucci, attaccante esterno classe 1990, sceglie l'Eretum. Presentato il nuovo grande acquisto della società proveniente dal Monterotondo Calcio (Eccellenza). Si arriva ad un punto della storia di una società in cui ci si rende conto di come tutti gli sforzi profusi durante questi anni, tutta la passione per costruire una favola calcistica diversa da tutte le altre, vengano ripagati grazie a giocatori così importanti e decisivi che decidono di sposare la nostra causa con entusiasmo e trasporto. La sua carriera calcistica inizia nelle giovanili del Monterotondo fino alla prima squadra e milita per un anno e mezzo nel campionato di Serie D. Successivamente il trasferimento al Frascati in Eccellenza, poi allo Scalo in Promozione, il Città di Monterotondo sempre in Promozione e poi Eccellenza, fino alla stagione passata nelle file del Monterotondo in Eccellenza. Abbiamo intervistato Luca che si è dimostrato da subito disponibile e deciso a iniziare la nuova stagione, accolto con grande entusiasmo da tutti i suoi nuovi compagni. 

Luca perché l'Eretum?

"Credo che solo questa società e questo gruppo di giocatori possa farmi ritrovare l'entusiasmo che in questo ultimo anno è mancato". 


Cosa ti ha convinto di questa società?

"Mi ha convinto la grande determinazione della società, l'ottimo gruppo di compagni di squadra sia a livello calcistico che umano, l'entusiasmo e la passione delle persone, il calore dei tifosi che ogni domenica riempiono la tribuna del Fausto Cecconi, tutti elementi che si sposano bene con le mie aspettative calcistiche. E poi credetemi non è retorica ma da subito mi sono accorto che qui sei dentro una grande famiglia". 


Il tuo obiettivo per la prossima stagione?

"Io non voglio nascondermi, sono qui perché credo che ci sia il giusto mix tra società, giocatori, staff, allenatore e tifosi per fare qualcosa di importante. Qualcosa di importante che meritano tutti i miei compagni, la società e tutti i sostenitori".