Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Grande Cynthia! Tre sberle alla Nuorese

I padroni di casa dopo essere passati in svantaggio giocano un grande secondo tempo e s'impongono per 3-1 nei confronti del team sardo



26a Giornata
3 - 1

CYNTHIA - NUORESE  3-1


CYNTHIA (4-2-3-1): Scarsella; Marchetti (1'st Peressini) Leccese Cacciotti Carta; Bianchi Bellini; Bendia (33'st Mortaroli) Errico Hasa; Senesi. A disp.: Scarfagna, Mortaroli, Martena, Peressini, D'Alessio, Trinca, DeAngelis. All.: Muscedere (Rughetti squalificato).

NUORESE (4-3-3): Deliperi; Gianni, Bossa (46'st Alessandri E.), Bonu, Tullio; Bianchi, Alessandri A. (46'st Manca), Pisanu; Jeda, Cappai, Pusceddu. A disp.: Nurra, Fadda, Cadau, Baone, Sanna. All.: Bacci.

ARBITRO: Graziella Pirriatore di Bologna.

MARCATORI: 34'pt Cappai (Nuo), 2'st Bellini (Cyn), 44'st Hasa (Cyn), 48'st Mortaroli (Cyn).

NOTE: espulso Pisanu (Nuo) al 18'st per doppia ammonizione. Ammonito Leccese (Cyn), Errico (Cyn), Bianchi (Nuo), Mortaroli (Cyn). Angoli: 5-3 per il Cynthia. Spettatori 200 circa. Recuperi: 2' per il primo tempo e 3' per il secondo.

Bella vittoria per il CynthiaDopo la vittoria di Selargius, il Cynthia di mister Rughetti, formazione che fin qui si è espressa meglio in trasferta, cerca di ritrovare i tre punti davanti al proprio pubblico per inseguire l’obiettivo salvezza. Senza gli squalificati Bagaglini e Delgado, viene riproposta la difesa a quattro con Leccese e Cacciotti a comporre la coppia centrale mentre, per quanto riguarda l’attacco, capitan Errico gioca a sostegno di Senesi anche se, nel corso della partita, il tecnico romano invertirà diverse posizioni. Bacci, senza i difensori Boi e Frongia, schiera invece un 4-3-3 con il tridente offensivo composto da Jeda, Cappai e Pusceddu. Nel primo tempo i castellani provano a fare la partita ma è decisamente la Nuorese, reduce da sette risultati utili di fila, a farsi preferire. Al 17’ Pisanu chiama Scarsella alla respinta in tuffo poi, alcuni minuti dopo, Pusceddu da fuori non inquadra lo specchio. Il vantaggio arriva al 34’ grazie a Cappai che, di testa, trova il dodicesimo centro stagionale sfruttando al meglio proprio un cross di Pusceddu. Dopo una conclusione centrale di capitan Alessandrì, il primo tempo si chiude con i sardi avanti. Nella ripresa i castellani entrano in campo decisamente motivati e sembrano un’altra squadra rispetto a quella dei primi quarantacinque minuti. Passa poco più di un minuto e viene subito ristabilita la parità: calcio di punizione di Carta dalla sinistra, sponda di testa di Bendia e gran gol di destro all’angolino da parte di Bellini, il terzo in campionato. I sardi reagiscono con Alessandrì e un diagonale di Jeda ma, intorno al quarto d’ora, restano in dieci uomini per la giusta doppia ammonizione rifilata al numero undici Pisanu. In superiorità numerica, i castellani rischiano su un colpo di testa fuori di un soffio da parte di Bianchi ma poi salgono in cattedra alla ricerca dell’intera posta in palio. Al 37’, per la disperazione di Bellini, viene annullato un grandissimo gol in mezza rovesciata al numero otto biancazzurro che vede così sfumare in un colpo solo doppietta personale e 2-1. La rete del sorpasso arriva tuttavia al 44’ ancora su una punizione di Carta su cui arriva la sponda di testa di Erricoper Hasa che, tutto solo, deposita il pallone alle spalle di Deliperi festeggiando anche il primo sigillo in maglia genzanese. Con gli ospiti sbilanciati, i padroni di casa segnano anche il 3-1 grazie al subentrato Mortaroli che, in scivolata su cross di Senesi, trova il secondo gol consecutivo dopo quello di Selargius. Una grandissima vittoria che porta il Cynthia a cinque lunghezze di vantaggio dalla zona rossa della classifica e che regala ai castellani, prima della trasferta di Sora, il sesto successo nei nove incontri disputati in questo girone di ritorno.