Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Grande festa in casa Olimpus per i 15 anni di attività dei blues

Si sono svolti i festeggiamenti per l'anniversario della formazione di Roma nord. Presentate anche la serie B maschile, la serie A femminile e l'Under 21 nazionale



Il taglio della tortaUna festa in grande stile per brindare al quindicesimo anno di vita dell’Olimpus. Sono passate, appunto, 15 stagioni da quel 9 settembre 1999, quando la formazione blues, per la prima, prendeva parte ad un campionato con la Juniores, la sua prima squadra in assoluto. Una partecipazione resa possibile da una deroga, dal momento che era vietato alle società partecipare ad un campionato giovanile, senza avere almeno una prima squadra. Sono passati tanti anni e molta acqua è passata sotto ai ponti. L’Olimpus ha intrapreso un percorso di crescita che l’ha portata a diventare una delle migliori realtà del calcio a 5 laziale. Una festa che è stata anche l’occasione per presentare ufficialmente la serie B maschile, la serie A femminile e l’Under 21 nazionale. Ma anche tutti i rappresentanti degli staff tecnici di tutte le formazioni e i dirigenti, capitanati dal presidente Andrea Verde


La nuova maglia dell'OlimpusLa cornice dei festeggiamenti è stata la piscina dell’Olgiata 20.12, splendido centro sportivo, che ospita tutta l’attività dell’Olimpus. Lungo il sentiero sono state messe in mostra alcune delle maglie storiche che hanno indossato gli atleti blues in questi lunghi anni. Nel corso della festa, infine, sono stati anche assegnati i premi relativi alla scorsa stagione. Sono quindi state consegnate le targhe a Oscar Velazquez (miglior giocatore della C1), Giulia Lisi (migliore giocatrice della A femminile, nonché miglior elemento dello staff delle giovanili), Roberto Lelli (miglior elemento dello staff della femminile) e Maurizio Radice (miglior elemento dello staff della maschile). A fine serata non poteva mancare il taglio della torta, che raffigurava proprio la maglia dell’Olimpus. Messi da parte i festeggiamenti, è ora il momento di pensare alla stagione ormai alle porte: un’annata che deve rappresentare un nuovo punto di crescita della società di Roma nord.