Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Grande Ostiamare al Rocchi: 2-0 alla Viterbese

Prestazione super dei biancoviola di Chiappara che grazie alla reti di Macciocca e Piro stendono una Viterbese irriconoscibile



29a Giornata
0 - 2

VITERBESE: Zonfrilli, Perocchi, Tuniz, Scardala, Dalmazzi, Nuvoli, Neglia (21'st Pero Nullo), Giannone, Saraniti, Morini (1'st Oggiano), Assenzio (9'st Pippi). A disp.: Fadda, Pingitore, Varricchio, Gimmelli, Pacciardi, Fanasca. All.: Maurizio Ianni.
OSTIAMARE: Travaglini, Piroli, Angeletti, De Nicolò, (5'st Cesaretti), Costantini, Trippa, Fraschetti (21'st Biagiotti), D'Astolfo, Massella, Macciocca (14'st Piro), Maestrelli. A disp.: Saccucci, Giorgini, Tabirri, Sargolini, Palazzini, Rossi. All.: Roberto Chiappara.
ARBITRO: Nicolò Cipriani di Empoli.
ASSISTENTI: Maicol Lupi di Empoli; Sante Selicato di Siena.
MARCATORI: 27'pt Macciocca, 44'st Piro (OM).
ESPULSO: 9'st Saraniti (V) per condotta violenta.


Piro, autore del raddoppio per l'OstiamareA Viterbo il cielo si tinge di biancoviola. Storica e perentoria vittoria dell' Ostiamare che, con una grande prestazione, espugna l' "Enrico Rocchi", manda ko la Viterbese con le reti di Macciocca e Piro e conquista tre punti di grandissimo valore. Un successo, quello odierno, figlio del gruppo biancoviola, che dopo un paio di brividi iniziali, ha condotto le danze, creato gioco, messo sotto la seconda forza del campionato, e colpito e affondato gli avversari, regalando a Mister Chiappara e al suo staff, alla dirigenza, ai tifosi e appassionati biancoviola, una Pasqua davvero serena. Il pari del San Cesareo, inoltre, consente ai lidensi di accorciare in classifica, dal terzo posto, ora distante solo 1 punto (50 per i castellani, 49 per i lidensi). Come detto, sono cinque i minuti difficili vissuti dall'Ostiamare: quelli nei quali la Viterbese parte a spron battuto, sfiora il gol con la coppia Saraniti-Assenzio (decisivo il recupero di Piroli, che allungala palla sul fondo impedendo adAssenzio il tap-in vincente) e poi con Giannone su punizione (bravo Travaglini nel tuffo con deviazione sulla sua destra). La squadra di mister Chiappara scampa il pericolo e poi reagisce prontamente, iniziando a prendere il controllo della situazione e della gara. Maestrelli disegna un assist preciso per capitan D'Astolfo che, da buona posizione, tenta la battuta, ma manda alto. La grande personalità del gruppo lidense esce fuori sempre di più e, dopo un tiro di Macciocca alto, arriva il gol, realizzato proprio dal bomber biancoviola. Al 29', sugli sviluppi di un corner delizioso calciato da Massella, De Nicolò va di testa, la palla spizzata dal difensore lidense, arriva nel cuore dell'area, dove Macciocca, da attaccante di razza, trova la zampata dell'1 a 0. Grande festa, Ostia in vantaggio. Minuto 31, i gabbiani potrebbero raddoppiare, dopo che Travaglini aveva smanacciato la palla scagliata in diagonale daNuvoli. Ma Trippa, sfortunato nella circostanza, coglie in pieno l'incrocio dei pali con una conclusione fantastica. La palla sembrava infilarsi in fondo al sacco, invece è il legno a dir di no. Al 42' ancora Trippa ha la chance del raddoppio, ma in questo caso il centrocampista biancoviola manda alto da pochi passi, sprecando un'occasione incredibile. Al riposo, comunque, è 1 a 0 Ostia. Nella ripresa, dopo pochi minuti, Oggiano prende il posto di Morini nella Viterbese, mentre De Nicolò, nell' Ostiamare, è costretto a uscire per un problema muscolare. Spazio a Cesaretti, un altro gradito ritorno dopo lo stop per infortunio (oltre al '96, in panchina anche Giorgini, classe '97). La Viterbese ci prova, ma è disarmante la facilità con la quale un'Ostiamare concentratissima riesce a rompere le iniziative avversarie e a costruire le proprie, creando azioni su azioni di fronte ad una blasonata e forte compagine come quella della Tuscia. Viterbese che al 10' resta in dieci. Un nervoso Saraniti commette una sciocchezza, colpendo con una gomitata Trippa. Rosso diretto estratto nei confronti dell'attaccante dall'empoese Cipriani e Ostiamare dunque avanti nel punteggio e negli uomini. Al 12' nonostante l'inferiorità numerica i ragazzi di Ianni ci provano. Dalla punizione di Giannone, Costantini interviene nel tentativo di ribattere, la palla sbatte sulla traversa e poi viene allontatana. Un brivido che, però, viene subito cancellato dal tentativo di Piro, chiamato in causa da mister Chiappara al posto di un bravissimo Macciocca. Il folletto biancoviola prova l'eurogol con un destro a distanza impossibile, la palla finisce fuori di un soffio, alla destra di Zonfrilli. La Viterbese non reagisce e l' Ostiamare sfiora il raddoppio, ancora con Piro. Ma è incredibile l'occasione fallita. Messo davanti a Zonfrilli dall'assist di Maestrelli, il destro del calciatore biancoviola non fa male al portiere gialloblù. Palla in curva e Ostiamare ancora sull'1 a 0. Ma al 44' Piro si fa perdonare, e con il 2 a 0 chiude il match. Lanciato in profondità, va spalla contro spalla conScardala, poi, sull'uscita di Zonfrilli, da posizione decentrata, riesce a tirar fuori dal cilindro una conclusione precisissima. La palla sbatte sul palo e poi finisce in fondo al sacco. 2 a 0, vola l' Ostiamare. Viterbese ko, e storico trionfo dei biancoviola. Grande Ostia, che al fischio finale va a festeggiare sotto lo spicchio degli ultras lidensi. Tanti uguri di Buona Pasqua a tutti, il 12 ci ritroveremo all' Anco Marzio per Ostiamare- Budoni.