Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Grande ritorno alla Vis Artena: Gianni Fiacchi nuovo ds

Dopo tre stagioni il dirigente rientra nel club rossoverde: "Sono tornato a casa, non potevo dire di no a Di Cori e Matrigiani"



Granieri, tecnico della Vis ArtenaGianni Fiacchi torna a casa: dopo tre stagioni ritorna a lavorare alla Vis Artena, dove ricoprirà la carica di direttore sportivo. Una novità importante in casa rossoverde, dove certamente l’assenza di un ds ha pesato e reso ancora più difficile l’incarico di mister Granieri. Arriva in corsa, con il difficile compito di cercare di risollevare le sorti della prima squadra e della Juniores, che navigano in cattive acque, anche se Granieri e i suoi ragazzi hanno dimostrato, anche domenica nel derby contro il Colleferro, di avere tutte le carte in regola per potersi salvare. 

Che emozioni provi a tornare ad Artena? 

“Sono felice, vivo qui e voglio ringraziare la dirigenza. Sono rientrato perché sono amico di Di Cori e Matrigiani, a loro non potevo certo dire di no. Questa è una società che ha programmi importanti per il futuro, c’è tanto da fare ma il lavoro non mi spaventa”.

Per quanto riguarda la prima squadra hanno pesato molto gli infortuni, specialmente quelli di Romagnoli e Cianni che non sono stati praticamente mai a disposizione. 

“Sono due situazioni diverse: a differenza di Cianni, Romagnoli si è fatto male ad inizio della stagione e a mio giudizio andava sostituito. Sono convinto, comunque, che questa squadra possa fare bene e centrare l’obiettivo salvezza”.

Che impressione ti ha fatto Granieri? 

“Positiva, è una bravissima persona, è giovane, preparato e ha voglia di lavorare e fare bene. Adesso devo dargli una mano in modo che lui possa pensare solamente a fare l’allenatore”. 

Non è facile rientrare a questo punto della stagione. 

“Sono abituato a dettare delle regole precise ad inizio stagione, è difficile entrare in corsa e stravolgere tutto, quindi cercherò di adattarmi. Bisogna fare di necessità virtù e cercare di fare meglio possibile con quello che abbiamo. Di certo non posso intervenire sul mercato a febbraio”. 

Tre stagioni fa la Juniores della Vis Artena era il fiore all’occhiello del club. 

“E’ vero e ha sfornato tanti elementi per la prima squadra come Romagnoli, Simone e Pizzuti. Tengo particolarmente a questa categoria e lavorerò tanto per ricostruire piano piano. Con una Juniores di un certo tipo si può pensare di fare bene anche in Eccellenza…”.